sabato 5 maggio 2018

Juventus-Bologna 3-1. Douglas Costa firma la rimonta scudetto

Douglas Costa batte Bologna 3-1. Il peso del fuoriclasse brasiliano fa saltare per aria la bilancia della partita, sbattendone fuori il Bologna che fin lì stava combattendo in modo onorevole. È una Juventus in sofferenza totale: manca il fiato e la testa non è sempre lucida, ma il gruppo è unito, si aiuta, si aggrappa all’enorme cuore e si fa trascinare dai suoi fuoriclasse. Douglas Costa sicuramente lo è. Lo è in modo spettacolare (guardarsi la rabona di fine partita) e sempre più incisivo: è il giocatore più luccicante di questa stagione bianconera e illumina il futuro che può essergli costruito intorno. Lo scudetto adesso è più vicino e i suoi meriti non sono pochi. Inizia malissimo la Juventus, spenta nella testa e molle nelle gambe. Marchisio, Khedira e Matuidi non cuciono i reparti, Dybala è scollato dal resto della squadra e pare persino svogliato, comunque poco reattivo. Higuain si batte, ma non ha lo spunto e perde palloni che non avrebbe mai perso qualche mese fa. Cuadrado si muove ma è troppo spesso solo. In un quadro assai pasticciato arriva il vantaggio del Bologna: sbaglia clamorosamente Buffon nel far girare la palla per uscire dal pressing bolognese e il passaggio per Rugani è troppo corto, lo intercetta Crisetig e lo stesso Rugani nel tentativo di recuperare gli dà una spinta che, per quanto leggera, è decisiva a sbilanciarlo. Rigore ineccepibile, trasformato dopo 5’ di controlli Var (per decidere sull’espulsione di Rugani che alla fine prende il giallo). La Juventus va sotto e sostanzialmente lo merita. Il Bologna legittima il vantaggio chiudendo il tempo in modo brillante. Poi nella ripresa Massimiliano Allegri mette in campo Douglas Costa e l’equilibrio della partita si inclina in modo spaventoso: il Bologna va in salita e la Juventus, trascinata dall’ala brasiliana, scende in modo sempre più insistente e pericoloso. Raggiunge il pareggio con il goffo autogol di De Maio su cross di Cuadrado. Il Bologna ha un’ultima occasione con Kraft che davanti a Buffon si fa deviare sul palo il tiro, poi la Juventus prende possesso del campo. Douglas pennella un traversone michelangiolesco sul quale esce male Mirante e poi si avventa Khedira per buttarla dentro: 2-1. Il Bologna ha finito la benzina, la Juventus cerca il gol della sicurezza e lo trova con una combinazione Douglas Costa-Dybala: la Joya riscatta una serata difficile con un colpo di biliardo: 3-1 e altro pezzo di scudetto che si cuce sulle maglie. Ora a Roma la squadra di Allegri può anche perdere se nell’ultima giornata batte il Verona che oggi è ufficialmente retrocesso. (Tuttosport.com)

Nessun commento: