mercoledì 18 aprile 2018

Crotone-Juventus 1-1. Domenica c'è il Napoli allo Stadium

La Juventus frena a Crotone: 1-1 con reti di Alex Sandro nel primo tempo e pareggio di Simy nella ripresa. Un punto quindi per la Vecchia Signora mentre il Napoli ne fa quattro contro l'Udinese. E adesso il distacco torna a 4 punti, in attesa dello sconto diretto di domenica sera allo Stadium. Saranno giorni di passione, sì. E di tirate d'orecchia. Lo scudetto si gioca anche sulle motivazioni e sui particolari. Juve e Napoli di fronte, alla resa dei conti. Magari con una Joya ricaricata. Allegri richiama all'ordine dopo la gara di Madrid: in mezzo spazio a Marchisio e Sturaro con Matuidi. Tridente con Douglas Costa, Higuain e Dybala. Nel Crotone con Simy, in gran forma, ci sono Rohden, e Diaby. Pre partita con Marotta che fa melina sul mercato: «Pogba e Morata? Non credo ai cavalli di ritorno ma ci sono anche le eccezioni. Fatta per Darmian? No, per niente». I campioni d'Italia cercano altri tre punti sulla strada del settimo scudetto consecutivo, e prima dello scontro diretto con il Napoli allo Stadium. Il Crotone reclama per un mano di Alex Sandro ma Fabbri lascia correre. La Juve  è pericolosa su cross di Lichtsteiner ma il Pipita non ci arriva. Anche Matuidi si spinge in attacco e conquista un angolo. E al 16' Alex Sandro la butta dentro anticipando un Crotone addormentato: il brasiliano di testa brucia tutti sul solito assist di Douglas Costa. E con la manina mima in... quattro, come le reti messe a segno in stagione.  Benatia è bravo a salvare subito dopo poi i padroni di casa non sfruttano il corner. Nel frattempo Allegri urla per il rilassamento dei suoi. E manda Cuadrado a scaldarsi. Higuain al tiro al 32, ma Cordaz c'è. Dall'altra parte Benatia anticipa il suo portiere di testa: niente di fatto però per i padroni di casa. Ancora il Pipita che tenta il colpo sotto per il pallonetto: il portiere del Crotone controlla. Che bravo Martella che ruba palla a Sturaro salvo poi fallire la conclusione dentro l'area. L'allenatore bianconero, di conseguenza, inveisce contro i suoi perché sono disattenti. Nel frattempo, il Napoli è sotto contro l'Udinese... Ci prova Douglas Costa: Flash tira alto. Ci prova Simy: Szczesny blocca. E Allegri batte i pugni sulla copertura della panchina. La Juve non fa la partita e il tecnico è furibondo. Si riprende con Martella pericoloso e la gara ha subito un buon ritmo. Higuain, servito da Dybala, viene murato. Calcio a due in area per il Crotone: Barberis si infrange sulla barriera. Poi, Sturaro va a un passo dal raddoppio bianconero. Dentro Bentancur per Marchisio al minuto 63. E al 65' ecco il par di Simy in rovesciata: da applausi. Alla Ronaldo tanto per dire... Bravissimo Cordaz su tiro fantastico da lontano di Matuidi. Higuain a colpo sicuri prende il portiere: la squadra di Zenga si salva. E' il turno di Cuadrado: va di testa ma senza fortuna. Si scalda Bernardeschi: prende il posto di Dybala. Il toscano mancava dal 18 febbraio per il guaio al ginocchio. La tensione è tanta, Buffon lascia il campo... E il collega Cordaz ha superlavoro. Lo stadio è una bolgia, Zenga invita il pubblico a trascinare la sua formazione. E finisce così: 1-1 che vuol dire speranza per i calabresi. Per la Juve un passo falso con il Napoli che torna  a -4. E ora lo scontro diretto. (Tuttosport.com)

Nessun commento: