domenica 18 marzo 2018

Juve, Allegri: «Ora la pressione è sul Napoli, vediamo cosa fa»

Il tecnico della Juve, Massimiliano Allegri, ha commentato così il pareggio con la Spal: «Non sono arrabbiato o deluso - ha detto ai microfoni di Premium Sport - La Spal ha fatto una gara di lotta, ci ha aggredito molto e dobbiamo fargli i complimenti. La cosa positiva è che non abbiamo subito gol e che al momento abbiamo 5 punti di vantaggio. Questo match ci servirà per il futuro, per le prossime gare contro Benevento e Crotone che si giocheranno la salvezza e noi dovremo affrontarle in maniera diversa. Dobbiamo sempre essere preparati per ogni evenienza, però restiamo in testa alla classifica e questa è la cosa importante. Quando no si ha abbastanza energie mentali si arriva dopo sulle palle e questo è quello che è successo a noi stasera. Più demeriti della Juventus o più meriti della Spal? Ci sono dei meriti della Spal, ci ha aggredito, ha fatto molto falli e non ci ha permesso di giocare. Abbiamo subito 29 falli che spezzettano il gioco e fanno recuperare gli avversari. Ma non ci sono scusanti, la squadra sta facendo grandi cose, siamo in testa e nessuno se l’aspettava fino a tre domeniche fa. Ora abbiamo bisogno di riposare e di recuperare alcuni giocatori. Avevamo meno energie mentali perché è umano dopo aver vinto così tante partite e aver raggiunto i quarti di Champions e la finale di Coppa Italia. Dybala non convocato con l’Argentina? Dispiace per lui però ha giocato molto e ha bisogno di rifiatare e di riposarsi. Meno male che resta a Vinovo».

Nessun commento: