lunedì 2 ottobre 2017

Juve, lo strano caso del difensore Howedes. Affaticato e poi stirato

È arrivato a Torino con l'obiettivo di risolvere i problemi di una difesa che si era riscoperta improvvisamente fragile. Benedikt Höwedes, in un sol colpo, sarebbe dovuto essere il terzino destro di posizione che potesse permettere alla Juventus di assorbire l'esclusione di Stephan Lichtsteiner dalla lista Champions unito all'acquisto di Mattia De Sciglio (anche lui infortunato), ma anche quel difensore centrale di esperienza internazionale che serviva. Invece, per vedere il tedesco in campo servirà ancora tempo: arrivato in chiusura di mercato, Höwedes ha in un primo momento approfittato della prima sosta per svolgere un lavoro differenziato e recuperare il tempo perduto in un'estate da separato in casa allo Schalke, ritrovando così la giusta condizione nel minor tempo possibile. Uno sforzo reso vano dai guai fisici che lo hanno accompagnato una volta sbarcato a Vinovo: in panchina con il Chievo poi ai box per un affaticamento muscolare, ancora in panchina con la Fiorentina per poi rifermarsi a causa di uno stiramento alla coscia che lo terrà fuori almeno un altro paio di settimane.

Nessun commento: