venerdì 25 agosto 2017

Mattia De Sciglio

Mattia De Sciglio - Numero di maglia: 2
Ricopre il ruolo di terzino, principalmente sulla fascia sinistra, nonostante sia un destro naturale. All'inizio della sua carriera è stata evidenziata la sua grande tranquillità in tutte le fasi di gioco, dote che ha portato gli addetti ai lavori a definirlo come possibile erede di Paolo Maldini. Ai tempi delle giovanili del Milan nasceva come difensore centrale. Nella stagione 2001-2002 gioca con il Cimiano nella categoria Pulcini e nel 2002, a 10 anni, passa nelle giovanili del Milan. Dopo aver giocato in tutte le categorie giovanili dei rossoneri dagli Esordienti agli Allievi Nazionali, nel 2009 passa nella formazione Primavera con cui vince la Coppa Italia 2009-2010 contro il Palermo. Nella stagione 2011-2012 viene promosso in prima squadra e sceglie di indossare la maglia numero 52. Il 10 aprile 2012 esordisce in Serie A, giocando dal primo minuto contro il Chievo. Viene quindi confermato in prima squadra per la stagione 2012-2013, in cui decide di indossare la maglia numero 2. Con il passare delle giornate diventa sempre più un titolare fisso, inanellando ottime prestazioni sia sulla fascia destra che su quella sinistra. All'inizio della stagione successiva si è infortunato al ginocchio sinistro: prima una distorsione durante il ritiro estivo e poi all'inizio di settembre del 2013 una lesione al menisco mediale. A seguito dell'operazione è stato fermo per circa due mesi e per tutto il successivo mese di novembre a causa di un'infiammazione al ginocchio precedentemente operato.
Anche la stagione successiva 2014-2015 è caratterizzata da numerosi problemi fisici che impediscono a De Sciglio di trovare continuità. Indossa per la prima volta la fascia di capitano del Milan il 27 settembre 2015 nel corso di Genoa-Milan. La stagione seguente vince il suo primo trofeo come professionista, la Supercoppa italiana 2016, nella partita vinta ai rigori contro la Juventus il 23 dicembre 2016 a Doha. Il 20 luglio 2017 passa a titolo definitivo alla Juventus, per 12 milioni di euro. Sceglie di indossare la maglia numero 2.

Nessun commento: