venerdì 25 agosto 2017

Benedikt Höwedes

Benedikt Höwedes - Numero di maglia: 21
Difensore dallo stile pulito e raramente falloso, nel corso della carriera si è fatto apprezzare dagli allenatori per il suo essere «spendibile in molte posizioni»: si definisce infatti lui stesso un giocatore «eclettico e multifunzionale», capace di disimpegnarsi indifferentemente in una retroguardia «a tre o a quattro» elementi, «sia come centrale che come terzino». Grazie al suo robusto fisico e a un innato tempismo, all'occorrenza riesce a rendersi utile anche in avanti soprattutto su colpo di testa, uno dei suoi migliori fondamentali. Cresciuto nelle giovanili dello Schalke 04 dove entra all'età di 13 anni, a 19 esordisce in prima squadra, nel 2007, diventando rapidamente titolare. Höwedes ottiene la consacrazione a livello internazionale durante la Champions League 2010-2011, in particolare nel doppio confronto contro i detentori dell'Inter, dove si mette in luce con due notevoli prestazioni, andando anche in rete nella gara di ritorno. Divenuto nel frattempo capitano dello Schalke 04, nel 2011 solleva la Supercoppa tedesca vinta ai calci di rigore contro i campioni di Germania del Borussia Dortmund, e con lo stesso Höwedes a realizzare uno dei penalty. Il difensore rimane a Gelsenkirchen fino all'estate 2017, quando entra in rotta con il nuovo allenatore Domenico Tedesco, chiedendo la cessione dopo 16 ininterrotti anni nel campionato tedesco. Il 30 agosto 2017 approda in Italia, prelevato in prestito oneroso per 3,5 milioni di euro, con obbligo di riscatto, dalla Juventus. Sceglie di indossare la maglia numero 21.

Nessun commento: