venerdì 10 marzo 2017

Juventus-Milan 2-1. Dybala al 97'

La legge dello Stadium colpisce il Milan. Finisce 2-1 per la Juve il big match con i rossoneri che si confermano “fastidiosi”. La banda Allegri comunque si vendica di Doha quando il cronometro dice che è passato il 51’. Incredibile e bolgia assoluta, con i padroni di casa a festeggiare e i rossoneri a inseguire l’arbitro per il rigore dato a tempo scaduto. Ma il mani in area di De Sciglio c’è tutto. Giusto così. E Dybala non vede i fantasmi, anzi li scaccia dagli undici metri per l’apoteosi ormai insperata. Di sicuro è un incontro vibrante fino all’ultimo secondo, con i campioni d’Italia superiori per gran parte del primo tempo ma incapaci di raddoppiare e mettere al sicuro il risultato. Dani Alves versione esterno di centrocampo spinge subito, ha voglia di scatenarsi. E Donnarumma di superarsi: difatti al 4’ è bravissimo su Pjaca. All’8’ il croato si ripete e sbaglia a porta spalancata, dopo intervento falloso su Dybala (Massa dà il vantaggio). Bene ancora Donnarumma su Higuain che controlla e tira girandosi. E al 30’ la sblocca Benatia che si lancia e si posiziona come centravanti chiamando palla: arriva il lancio di Dani Alves e il marocchino insacca. Bravissimo il centrale difensivo. Vantaggio meritato per i bianconeri che fin qui sono padroni del campo, mentre i rossoneri faticano a reggere il ritmo. Al 34’ grande occasione per il raddoppio, Khedira si coordina ma non trova la porta. Benatia si prende l’ammonizione per un fallo su Bacca. Cartellino giallo anche per Deulofeu che simula. Al 43’ il pari: Deulofeu scappa dopo il dai e vai con Pasalic, sembra un missile il catalano: la dà a Bacca che implacabile brucia Buffon in uscita. Tutto da rifare per i padroni di casa dopo tanta supremazia non concretizzata. Dalla giocata dei singoli, la squadra di Montella trova il gol che rimette tutto a posto. Squadre di nuovo in campo: nella Juve c’è Lichtsteiner per Barzagli. Al 5’ la punizione di Pjanic è parata da Donnarumma in tuffo. Clamoroso dall’angolo: per poco Bacca non la butta dentro nella sua porta. Assedio totale della Vecchia Signora. Cartellino anche per Romagnoli. Ancora Pjaca di testa fuori. Donnarumma spettacolare, e miracoloso, al 28’ su Khedira e Higuain: che parate. Rugani prende il posto di un dolorante Benatia al 33’: mezza difesa bianconera cambiata. Punizione di Sosa al 37’ da buona posizione: becca la barriera. Giallo per Khedira che ferma irregolarmente Bertolacci. E ancora azioni di qua e di là in un finale accesissimo. Fuori Pjaca, dentro il ragazzino Kean. Pjanic ha una chance da fermo, ma tira alle stelle. Ocampos fa staffetta con Vangioni. Nel frattempo, Galliani lascia la tribuna mentre Agnelli mastica nervosamente. Sono gli ultimi assalti dei padroni di casa. Con la superiorità numerica: rosso a Sosa per aver steso Asamoah lanciatissimo. Il guizzo di Higuain, in girata, non è premiato dalla mira e va fuori con Donnarumma proteso in tuffo. E Donnarumma la chiude ancora. Poi Massa fischia il rigore per un mani non chiaro. Va Dybala e al 51’30” segna e corre per il campo. Donnarumma piange, tutti i rossoneri sono furibondi con l’arbitro. Doha è vendicata. Con il 31esimo successo consecutivo allo Stadium, lo scudetto, il sesto di seguito, è sempre più vicino. (Tuttosport.com)

Nessun commento: