giovedì 26 gennaio 2017

Juventus-Milan 2-1. In semifinale c'è il Napoli

Vendetta, tremenda vendetta. Dopo la sconfitta in Supercoppa, la Juventus ripaga il Milan con la stessa moneta nei quarti di coppa Italia: vince 2-1 e raggiunge il Napoli in semifinale. Decide uno splendido primo tempo dei bianconeri, con le perle di Dybala e Pjanic su punizione. Quarantacinque minuti di libidine calcistica. Nella ripresa, però, i rossoneri cambiano volto e la riaprono con Bacca. Pur con l’uomo in meno (Locatelli espulso), la squadra di Montella cambia volto e ritmo, sfiora il pari con Kucka e si avvicina con Deulofeu ma la rimonta rimane a metà. Applausi alla Juve di Allegri, soprattutto a quella del primo tempo che corre e delizia lo Stadium dei record (solo vittorie, lì, in ambito nazionale). Qualcosa da rivedere sulla gestione del match, sul calo di tensione, e di energie mentali con il 4-2-3-1 dispendioso. Soprattutto è incredibile la metamorfosi del Milan in inferiorità numerica: l’inizio da dimenticare, il secondo tempo da ricordare. Alla fine, vince la Juve con la scorta di classe, con quell’avvio prepotente, una ventina di minuti al fulmicotone. Ora dovrà crescere da questo punto di più, dovrà durare di più. Montella, invece, si interroghi sul solito primo tempo concesso agli avversari, oramai un classico. (Tuttosport.com)

Nessun commento: