lunedì 30 gennaio 2017

Juve, Allegri: «Dybala? Era arrabbiato»

Sassuolo-Juve è appena finita. Dybala è ancora arrabbiato ma Allegri, saggiamente, smorza la polemica subito dopo la vittoria di Reggio Emilia: «Dybala non mi ha dato la mano quando è uscito? Era arrabbiato ma è giusto così. Tutti i giocatori vorrebbero restare in campo, ha fatto una buona prestazione ma Cuadrado e Mandzukic avevano ancora forza nelle gambe e ho tolto lui. Può capitare un momento in cui ci si arrabbia con il mister».  Poi in conferenza stampa: «Dybala non mi ha dato la mano per dare qualcosa di cui parlare in settimana», sorriso sornione e battuta a smorzare le polemiche, Massimiliano Allegri la butta sul ridere mentre i dibattiti televisivi divampano sulla mancata stretta di mano dell’argentino nel momento della sostituzione. Poi spiega, più serio: «Ci sta che fosse arrabbiato per la sostituzione. E la cosa più importante è salutare il compagno che entra a cui si deve rispetto. Poi se uno non saluta me ci posso anche passare sopra se le prestazioni sono buone e se Dybala continua a giocare così…». Sul futuro, Allegri è chiaro. Anzi, chiarissimo: «Il rinnovo di contratto? Ho ancora un anno e mezzo di contratto, sto bene qui e sono in sintonia con la società. Non ci sono problemi, dobbiamo solo pensare alla stagione: dobbiamo affrontare questi ultimi 4 mesi con grande entusiasmo e non essere conservatrici. Questo è il mio terzo anno qui e magari c'è la possibilità di andare avanti insieme per molto tempo, dipenderà da me e dalla società».

Nessun commento: