sabato 24 settembre 2016

Juve, Allegri avverte: «Il campionato non è ancora vinto»

Allegri è soddisfatto per il risultato, non tanto per la prestazione della squadra: «Prendiamo i punti e portiamoli a casa - dice il tecnico della Juventus ai microfoni di Mediaset Premium. Sono contento perché abbiamo vinto 1-0, contro un Palermo in salute che nelle ultime due trasferte aveva conquistato 4 punti. Potevamo fare meglio nella gestione della palla e sul piano tecnico ma una gara del genere ci farà bene e l’importante era prendere punti». «Quanto manca Marchisio? Manca perché non c’è, ci sono gli altri che sono giocatori della Juve e devono fare meglio sotto l’aspetto tecnico. La coppia Mandzukic-Higuain? Secondo me hanno fatto bene, si sono messi a disposizione della squadra, hanno impegnato la loro difesa e hanno aiutato in fase difensiva. Era la prima volta che giocavano insieme e dovevano agire come punti di riferimento, non abbiamo preso tanti falli ma abbiamo creato occasioni. Per quello che avevo chiesto hanno fatto bene». «A turno uno tra Bonucci, Chiellini e Barzagli starà sempre fuori? No, non è una cosa sistematica. Chiellini ha giocato molte partite, Rugani stava bene e ho deciso di partire così. La rivale per lo Scudetto? Il campionato è aperto, non è già vinto come tutti dicevano. Siamo solo alla sesta giornata, la Juve ha fatto un buon inizio e sono contento. Bisogna lavorare e trovare una condizione migliore». «Le condizioni fisiche di Asamoah e Rugani? Rugani è in piedi, Asamoah è sdraiato sul lettino. Speriamo che non sia niente di grave. Sta rientrando Sturaro e speriamo di recuperare tutti dopo la sosta. Cosa bisogna migliorare in Champions League? In Champions bisogna fare gol, contro il Siviglia abbiamo avuto 8 occasioni senza riuscire a segnare. Ma ormai è passata, adesso dobbiamo battere la Dinamo Zagabria e non sarà affatto semplice».

Nessun commento: