sabato 16 luglio 2016

Allegri: vogliamo campionato, Coppa Italia e Champions

Prima uscita stagionale, seppur si sia trattato di una vera e propria sgambata con tanto di divise da allenamento, e primi segnali positivi per Massimiliano Allegri. Più che il 6-1 in sé contro i dilettanti piemontesi del San Mauro, lascia ben sperare l'intesa Dybala-Pjanic. «Buon test dopo dieci giorni di lavoro. Pjanic l'ho provato sia davanti alla difesa e sia da trequartista, è uno che conosce il calcio ma non lo impariamo oggi. Lui e Dybala si sono trovati molto bene». «Abbiamo iniziato dopo 40 giorni, la differenza rispetto allo scorso anno è che quest'anno non abbiamo la Supercoppa. L'importante sarà arrivare in fondo come lo scorso anno per lottare su tutti i fronti. Senza Supercoppa avremo più tempo e i nazionali arriveranno più avanti: il 25 Lichtsteiner, Mandzukic e Dani Alves, il primo agosto il blocco azzurro, il 5 Khedira e il 7 i due francesi, anche Pogba...». «Prima che mi chiediate di Higuain, vi dico che non parlo di mercato, a cui sta lavorando la società. I grandi giocatori, di estrema qualità, sono sempre ben accetti. Sono contento degli acquisti. Zaza? Lo scorso anno è stato determinante, non ho parlato con lui come con nessuno dei nazionali. Pereyra? Non ha giocato perché ha svolto un lavoro specifico». «L'euforia esterna fa bene, è il pane della vita. Noi invece dobbiamo sempre essere positivi ed equilibrati. La Juventus ha cominciato un percorso 5 anni fa e attraverso i risultati e la bravura della società è arrivata al livello che le compete per blasone. Champions? Dobbiamo lottare per tutti gli obiettivi, vogliamo arrivare agli ultimi due mesi per giocarci le chance di vincere campionato, Coppa Italia e Champions».

Nessun commento: