sabato 2 aprile 2016

Juventus-Empoli 1-0. Goal di Mandzukic, +6 sul Napoli

La Juventus batte l’Empoli 1-0 allo Stadium e continua la fuga scudetto. Aspettando la risposta del Napoli che se la vedrà con l’Udinese. Nel frattempo, la pressione è tutta sugli azzurri di Sarri che devono rincorrere. Per la squadra di Allegri, invece, è la ventesima vittoria in ventun gare: praticamente un monologo di successo. E alla fine adesso mancano 7 gare, da vivere in apnea. Da applausi, nel complesso, la Juve del primo tempo, a tratti spettacolare. Morata trascinante in velocità che si ferma sulla traversa, Pogba che delizia la platea con magie d’alta scuola. E che dire della difesa? Barzagli fa il Bonucci e Rugani non sbaglia un colpo, sempre pulito negli anticipi. Brillante anche Allegri nella gestione degli uomini e nel cambio forzato di modulo, anche a partita in corsa. Allegri sceglie la difesa a tre con Rugani, Barzagli e il rientrante Chiellini. Poi mette Pereyra interno alla destra di Marchisio. Davanti Morata con Mandzukic alla ricerca del gol perduto. Giampaolo non cambia atteggiamento: Saponara alle spalle di Maccarone e Pucciarelli. La Juve è imbattuta da 20 giornate, l’Empoli insegue un successo che manca da 11 gare di campionato. Sugli spalti dello Stadium grande coreografia per Gigi Buffon: “C’è solo un numero uno”. L’avvio è a ritmi blandi, con i toscani tosti nei singoli duelli. Marchisio tenta un esterno, ma svirgola. Iniziativa di Morata all’8’, tiro con deviazione in angolo. Al 14’ grandissima occasione: Tonelli di testa da angolo per Saponara che manda alto di piatto a due passi dalla porta: brividi per  Buffon. E subito dopo per  Skorupski che ha una presa difettosa davanti a Mandzukic. La Juve risponde proprio con SuperMario che davanti al polacco dell’Empoli di sinistro tira troppo centrale; grande l’imbeccata di Pogba quasi no look. Al 23’ super giocata di Morata che prende la traversa vicinissimo all’incrocio: applausi per il tiro a giro che aveva lasciato tutti di stucco. Gli ospiti tengono bene il campo e rispondono colpo su colpo. Pucciarelli con un destro potente dai 25 metri, Buffon vola salvando. Al 27’ bell’azione dell’Empoli con testa di Maccarone e deviazione. Al 38’ batti e ribatti, con conclusione finale di Chiellini fuori misura. Super discesa di Evra al 44’ e subito dopo Mandzukic buca Skorupski. SuperMario ritrova la via della rete, non segnava dal 20 dicembre. Giallo a Lichtsteiner. Si riprende con la Juve in avanti. Skorupski mura Morata al 6’. I bianconeri cercano il raddoppio. All’8 Chiellini, disperato, chiede il cambio per un problema muscolare. Sembra alla coscia e non al polpaccio. Entra Cuadrado. E Allegri ridisegna la Juve con la difesa a 4. Esce anche Saponara. Al 21’ ecco Zaza per Mandzukic, l’uomo che ha sbloccato il match. Per Zaza subito un cartellino giallo. Azione pericolosa dell’Empoli ma Maccarone non  riesce a girarsi in area. Asamoah prende il posto di Pereyra al 36’. I bianconeri contengono la reazione dell’Empoli senza grandi problemi e provano ancora qualche sortita. E cinque minuti di recupero un po’ con la lingua fuori. Al 46’ strepitoso Skorupski, per due volte su Asamoah e Zaza in acrobazia. E finisce in festa. (Tuttosport.com)

Nessun commento: