domenica 3 aprile 2016

Allegri: «E ora spero che il Napoli perda punti»

Allegri si gode l'ennesima vittoria della sua Juventus in campionato, che la lancia momentaneamente a +6 sul Napoli: «Vincere non è mai semplice - dice il tecnico della Juventus a Premium Sport - specialmente nella parte conclusiva del campionato. L’Empoli è una buona squadra, ma forse potevamo chiuderla prima. Devo fare i complimenti ai ragazzi, molti di loro sono tornati da poco dalle nazionali: vincere 20 partite su 21 non è da tutti. Chiellini lo valuteremo, sperando che non sia niente di grave: dalla prossima poi torneranno Bonucci e in attacco Dybala. Non dobbiamo perdere la concentrazione perché il difficile viene adesso e la concentrazione deve essere sempre al massimo. C’è stato un momento della partita, stasera, in cui volevamo giocare da soli: fa parte di un processo di crescita. Bisogna sempre mettersi tutti al servizio della squadra, in questo modo si fa meno fatica e anche il singolo ne beneficia». La sostituzione di Mandzukic? «Ha fatto un bel gol, era da tanto. Ma in quel preciso momento della partita avevo bisogno della profondità di Zaza e quindi l’ho cambiato». Sarri ha detto che è la sesta volta che il Napoli gioca dopo la Juve ed è penalizzante? «Tanto le partite vanno comunque vinte. Oggi abbiamo giocato di sabato e avevamo un giorno in meno per recuperare, loro uno in più. Non cambia niente, alla fine i punti devi farli. Loro stanno facendo un campionato strepitoso e meritano i complimenti di tutti». Ora tocca al Napoli tenere il passo e Allegri non nasconde che guferà: «La partita con l'Udinese la guarderò - dice a Sky - mentirei se dicessi il contrario e spero che il Napoli perda punti».

Nessun commento: