giovedì 3 marzo 2016

Allegri, la colpa e mia: «Dovevo prepararla meglio»

«È tutto bene quel che finisce bene. Anche se ai rigori abbiamo raggiunto l'obiettivo». Massimiliano Allegri tira un sospiro di sollievo. Non si aspettava di soffrire così a San Siro: «Sono comunque contento per la finale, non era facile arrivarci. Faccio i complimenti ai ragazzi, anche se per 70 minuti non abbiamo giocato. L'Inter ci ha messo in difficoltà, ha corso molto, ma non ci si può consegnare all'avversario quando le cose vanno male. Forse sarebbe stato più facile per noi giocare sullo 0-0 perché la concentrazione sarebbe stata più alta. Partite come questa sembrano facili da gestire, ma in realtà non lo sono. Per noi è comunque una tappa di un processo di crescita». Il tecnico non si nasconde: «Non abbiamo fatto due passaggi di fila.... La colpa è mia, questa gara la dovevo preparare meglio». Allegri difende Rugani, autore di una prestazione negativa: «Daniele è un ragazzo di qualità che diverrà titolare della Juventus. Deve fare esperienza. Oggi è migliorato con Barzagli vicino, prima con Lichtsteiner a 4 ha faticato. Deve stare sereno, è migliorato tantissimo. E crescere in personalità, perché a volte si sbaglia e si fanno brutte prestazioni, ma così si cresce».

Nessun commento: