mercoledì 6 gennaio 2016

Mandragora, dovrebbe rimanere altri 6 mesi a Pescara

A centrocampo la ricerca di un top player continua. Intanto la Juventus pensa a costruirsene un altro in casa, andando a stringere per Rolando Mandragora, 18 anni, ragazzo di grande prospettiva accostato a Thiago Motta per caratteristiche tecniche dal suo allenatore a Pescara, Massimo Oddo. La politica di uno sviluppo futuro improntato sui giovani, specialmente italiani, è ormai un cavallo di battaglia del club bianconero e la filosofia viene portata avanti con sistematica puntualità in ogni sessione di mercato. Mandragora si unisce ad Alessio Di Massimo, pescato dalla Juventus direttamente dai dilettanti e già a Vinovo al lavoro con la Primavera: i primi squilli invernali riguardano dunque talenti di prospettiva. Se Di Massimo resterà a disposizione di Fabio Grosso per i prossimi sei mesi, per quanto concerne Mandragora invece - in attesa dell’ufficializzazione - la situazione è più complessa. Il regista infatti era stato prestato al Pescara dal Genoa, società proprietaria del cartellino: il club abruzzese dunque detiene i diritti sportivi del ragazzo fino al termine della stagione. La naturale conseguenza, considerata anche la giovane età del diretto interessato (classe 1997) è che Mandragora sia destinato a rimanere a Pescara fino a giugno, in prestito dalla Juventus che nel frattempo andrebbe a rilevarne il cartellino dal club di Enrico Preziosi. (Tuttosport.com)

Nessun commento: