giovedì 28 gennaio 2016

Coppa Italia, Juventus-Inter 3-0. Morata-Dybala show

La semifinale di andata di Coppa Italia regala due gioie in un colpo solo alla Juventus. La prima: un successo tondo (3-0) che permette alla squadra di Max Allegri di avvicinare la finale. La seconda, forse ancora più importante: la Juve ritrova Alvaro Morata in versione bomber, 115 giorni dopo l'ultima rete in campionato (era il 4 ottobre in campionato con il Bologna). L'ex Real non si accontenta e firma una doppietta che stende l'Inter: rigore calciato alla perfezione e gol di potenza nel secondo tempo da autentico attaccante di razza. C'è anche gloria per il solito Paulo Dybala, alla rete numero 15 in partite ufficiali: l'argentino è implacabile, anche entrando a partita in corso per il quarto d'ora finale. La vittoria netta dei bianconeri pone in secondo piano la prestazione negativa dell'arbitro Tagliavento. Al 13' Medel interviene in area respingendo il pallone con il braccio destra in maniera evidente su una punizione calciata da Cuadrado, ma secondo Tagliavento va tutto bene. Sempre Cuadrado, altro errore dell'arbitro. Al 34' il colombiano è in area davanti ad Handanovic, arriva Murillo che lo spinge: da regolamento è rigore e rosso diretto, invece Tagliavento decide di ammonire il difensore nerazzurro. Dal dischetto va Morata che non sbaglia e torna al gol dopo quasi quattro mesi: lo spagnolo si sblocca e scatena tutta la carica nell'esultanza rabbiosa, abbracciato dai compagni. C'è tanta Juve e poca Inter sull'1-0: gli ospiti non reagiscono allo svantaggio, anzi sono i bianconeri a riproporsi in attacco con maggiore vigore. Ma la “fiesta” dello spagnolo è solo rimandata: nella ripresa arriva il 2-0 ancora a firma Morata, una fucilata sulla quale il portiere sloveno non può intervenire. L'espulsione di Murillo è questione di tempo: altro fallo su Cuadrado, altro giallo e conseguente rosso. L'inter rimane in dieci e a quel punto sventola bandiera bianca. E Morata ha pure l'occasione per la tripletta, però la sua conclusione ravvicinata sfiora la traversa. Il terzo gol è l'ennesimo gioiello di Dybala, infallibile alla prima occasione utile. Delirio bianconero alla Stadium e a questo punto il ritorno a San Siro appare ampiamente in discesa per Allegri. (Tuttosport.com)

Nessun commento: