martedì 24 novembre 2015

Juve, 21 infortunati! Si ferma anche Hernanes

E sono 21! La Juventus, con il forfait di Khedira contro il Milan e l'ultima tegola di Hernanes, ha raggiunto il poco confortante traguardo della più 'rotta' della Serie A, con la maglia nera, la più pesante e la meno gradita. Non si può continuare a far finta di nulla, anche se ufficialmente il tecnico bianconero Allegri ha già dribblato il problema con un «il calcio non è scienza, vive dei periodi e addossare responsabilità o cercare la causa non serve. Ci sono troppe variabili dentro un essere umano». Mah, il fato, il destino avverso, di certo è il nemico più pericoloso. Ma sull'argomento la scienza assiste da vicino i club professionistici e alla Juventus tutto questo di certo non manca. Non giova certo non allenarsi bene, anzi farlo proprio poco, per via delle Nazionali e dei continui impegni a cui ti costringe il calendario di un top club. Come già riportato da Tuttosport, Allegri è costretto ad allenare la Juventus molto poco. Da inizio stagione addirittura soli 12 allenamenti veri e completi, per il resto rifiniture e recuperi da soste e impegni vari. Le tournée estive, la preparazione frammentata, il calendario ingolfato di certo non aiutano, ma è tipico delle grandi squadre. Solo le piccole possono permettersi il vecchio ritiro in montagna di 20 giorni e serene amichevole con i mitici montanari e boscaioli. Ma alla Juventus sta accadendo troppo, inutile nascondersi dietro un dito. Lo staff dei preparatori non passerà di certo un periodo sereno: il cambio di metodologie, ritmi, carichi e anche abitudini si sta facendo sentire. Urge un punto della situazione, un 'tutti a rapporto'. Meglio tardi che mai, la rincorsa bianconera deve continuare.

Nessun commento: