martedì 6 ottobre 2015

Calciopoli: I danni vanno pagati alla federazione

La Federazione Italiana Giuoco Calcio non teme l’azione proposta al Tar dalla Juventus e la richiesta multimilionaria di danni. Anzi. Il fatto nuovo è che la Figc sta valutando un’iniziativa in chiave offensiva nei confronti della Juventus stessa. Siamo noi ora a chiedere i danni. Parola dell’Avvocato Luigi Medugno, legale di riferimento della Federazione e del Presidente Carlo Tavecchio, che reagisce e contrattacca ad Andrea Agnelli e alla Juventus: «Siamo prontissimi a proporre noi un’azione di richiesta risarcitoria, vista l’ultima sentenza della Cassazione - prosegue l’avvocato - Dalle motivazioni risulta ben chiara la condotta che ha tenuto Giraudo e la sua ingerenza nella composizione delle griglie arbitrali. Siamo noi quindi che passiamo alla valutazione di come affrontare la richiesta di danni». La vicenda si trascina nella sua pesantezza sin dal 2011, anno in cui la Juventus ha proposto al Tar una richiesta di risarcimento esorbitante nei riguardi della Federcalcio, ben 443 milioni di euro. «Per quanto ci riguarda l’atteggiamento della Juventus è una lite temeraria. La loro azione non può trovare nessun tipo di accoglimento - incalza l’avvocato Medugno - e ha costretto la Federazione, come farebbe qualsiasi buon amministratore, a creare una riserva straordinaria in bilancio per il giudizio pendente al Tar. E già questo è un vero e proprio danno. Posso aggiungere che l’azione juventina nei confronti della Figc è stata proposta nel 2011, sono passati 4 anni e perché non l’hanno mai neanche sollecitata? E’ lite temeraria, lo ribadisco». (Tuttosport.com)

Nessun commento: