martedì 18 agosto 2015

Juve, per il mercato sono due settimane decisive

In attesa del giudizio del campo, venti procuratori hanno valutato le mosse della Juventus sul mercato. E, a dispetto di addii eclatanti che avrebbero potuto far inceppare i meccanismi della Vecchia Signora, la dirigenza bianconera è stata promossa per la tempestività e la lungimiranza con cui si è mossa nel trovare, più che sostituti, alternative all’altezza. Certo, la campagna acquisti della Juventus non può e non deve fermarsi qui: se Dybala è stato giudicato l’arrivo più azzeccato, se la permanenza di Pogba viene considerata al pari di un grande colpo, ora serve l’affondo su Draxler, giudicato l’uomo giusto dagli addetti ai lavori. Non solo il trequartista tanto caro ad Allegri, però. L’infortunio di Khedira ha messo a nudo a centrocampo una falla - nel senso di carenza di uomini - da colmare affinché la Juventus continui ad essere competitiva, soprattutto in Europa. In Italia, la Roma di Dzeko-Salah e il Milan di Bacca, Luiz Adriano e Romagnoli hanno compiuto notevoli passi avanti per colmare il gap con i campioni d’Italia e si presentano ai nastri di partenza come le rivali più accreditate. Anche se non ancora alla pari con la Juventus, che ha investito quasi 100 milioni per cambiare e migliorare. E mancano ancora due settimane alla fine del mercato.

Nessun commento: