lunedì 27 luglio 2015

Juventus Campione D'Italia 2014-2015

Il campionato di Serie A 2014-2015 è stato il centotredicesimo campionato italiano di calcio e l'ottantatreesimo giocato con la formula del girone unico. È iniziato il 30 agosto 2014 con i primi due anticipi, e si è concluso il 31 maggio 2015. Anche in questa stagione, per la decima volta consecutiva, a parità di punteggio la graduatoria finale è determinata in base alla classifica avulsa.
Il numero di squadre e le modalità di qualificazione alle competizioni organizzate dall'UEFA sono cambiati rispetto la stagione precedente. Al termine del campionato, le prime tre squadre classificate avranno diritto a partecipare alla Champions League, le prime due alla fase a gironi e la terza al massimo turno di play-off a seconda dei risultati delle coppe europee; la quarta e le quinta in graduatoria, invece, potranno iscriversi all'Europa League, unitamente alla formazione vincitrice della Coppa Italia. La sesta classificata avrà diritto a partecipare all'Europa League nel caso in cui la trionfatrice nella coppa nazionale sia già ammessa alle competizioni europee. Con la modifica del regolamento dell'Europa League, la quarta classificata del campionato o la vincitrice della coppa nazionale accederanno direttamente alla fase a gironi della seconda competizione continentale per club; qualora la vincitrice della coppa ottenga in campionato un piazzamento valido per la partecipazione alla Champions League, la quinta classificata del torneo accederà direttamente ai gironi dell'Europa League, mentre la sesta classificata del torneo accederà al terzo turno preliminare della medesima manifestazione.
A sostituire Catania, Bologna e Livorno, retrocesse in Serie B, ci sono il Palermo, dopo appena un anno di assenza, l'Empoli che fa il suo ritorno in massima serie dopo sei anni, e il Cesena promosso in Serie A grazie alla finale play-off vinta contro il Latina, dopo soli due anni di assenza.
Per la seconda volta nella storia della massima categoria a girone unico, sono presenti in calendario cinque derby cittadini (Genova, Milano, Roma, Torino e Verona).
La Nike, fornitore unico per quanto riguarda i palloni ufficiali del campionato, sostituisce "Incyte" con l'innovativo e dalle più alte prestazioni "Ordem", che garantisce maggiore stabilità, visibilità e un maggior numero di alte prestazioni da parte dei giocatori.
Per la prima volta nella storia del calcio italiano gli arbitri sono dotati del cosiddetto spray evanescente, una speciale bomboletta di schiuma delebile per segnalare, in occasione di calci piazzati, la distanza delle barriere e la posizione del pallone sul terreno di gioco.
Da questa stagione la Lega Serie A permette inoltre, a discrezione dei singoli club della massima categoria, l'inserimento opzionale di un terzo sponsor commerciale sulle proprie maglie (che va ad aggiungersi a quello tecnico, per un totale di quattro marchi pubblicitari permessi), da posizionarsi eventualmente nel retro della divisa, alla base dei numeri di gioco.
La Juventus vive un precampionato movimentato causa l'improvviso avvicendamento tecnico di metà luglio tra Conte (diverrà di lì a poco commissario tecnico della nazionale italiana) e Allegri; assimilato il cambio in panchina, la squadra si rinforza in ogni reparto con gli arrivi dell'esperto difensore Evra, ex Manchester United, del centrocampista Pereyra dall'Udinese e di Morata dal Real Madrid, l'ultimo presto capace di sovvertire le gerarchie dell'attacco. Va in prestito al Parma De Ceglie. Nella sessione di riparazione invernale, la Juventus si limita a piccole operazioni riprendendosi De Ceglie, anticipando di sei mesi l'arrivo dal Genoa del centrocampista Sturaro e accogliendo, via Milan, Matri; questi, di ritorno a Torino dopo un paio d'anni, va a sostituire nel reparto avanzato bianconero Giovinco, accasatosi al Toronto.
Come da pronostici della vigilia, per la lotta al titolo si sono sempre Juventus e Roma. I campioni bianconeri e i giallorossi camminano a braccetto e a punteggio pieno fino al sesto turno, quando nello scontro diretto di Torino i padroni di casa superano 3-2 la formazione di Garcia e vanno solitari in vetta. A fine ottobre i capitolini si ricongiungono ai piemontesi al primo posto, approfittando dell'unica sconfitta juventina nel girone d'andata, maturata a Marassi col Genoa, salvo lasciare nuovamente la testa della classifica ai bianconeri dopo una sola settimana. La Roma tallona la Juventus per tutto il resto del girone d'andata, con un ritardo che si mantiene di poche lunghezze sino al 18 gennaio quando, superando allo Stadium il Verona, la Vecchia Signora è campione d'inverno, mettendo cinque punti tra se e i giallorossi, fermati sul pari al Barbera dal Palermo.
Dietro al duo di testa, al giro di boa la lotta per il terzo posto vede protagonisti il Napoli, la Lazio, la Fiorentina è la Sampdoria. L'Inter affronta a metà novembre l'avvicendamento tecnico fra Mazzarri e un Mancini, mentre il Milan di Filippo Inzaghi, nonostante una partenza promettente, finisce presto in una spirale negativa.
Nella seconda parte del campionato si vede la Juventus allungare in vetta di giornata in giornata, approfittando di una crisi di risultati che tra febbraio e marzo coglie la Roma. Abbandonate le speranze di scudetto, i giallorossi si ritrovano coinvolti nella bagarre della zona Champions League vedendo a rischio quel secondo posto che, invece, nelle settimane precedenti pareva saldamente nelle loro mani. La Juventus prosegue indisturbata il suo cammino solitario di testa, non risentendo in aprile né dell'inattesa caduta sul campo del Parma fanalino di coda, né dell'esito della stracittadina che vede il Torino di nuovo vincente dopo 20 anni; rassicurati da un vantaggio sulle inseguitrici che in questa fase arriva a toccare un massimo stagionale di +15. La squadra di Allegri vince agevolmente il suo 33° scudetto, nonché quarto consecutivo (un filotto che, in casa juventina, non si verificava dai tempi del Quinquennio d'oro).
Per Madama arriverà in quest'annata anche la doppietta con la conquista della 10° Coppa Italia, vinta contro la Lazio. I bianconeri arrivano anche in finale di Champions League. Purtroppo la partita vedrà la vittoria del Barcellona per 3-1.
Dietro ai confermati campioni, la Roma riesce a ritrovarsi nelle giornate finali, scavalcando i biancocelesti e assicurandosi la seconda posizione al penultimo turno, battendo proprio la squadra di Pioli nel derby; da par suo, all'ultimo turno la Lazio consolida il terzo posto e annessa qualificazione ai play-off di Champions vincendo lo scontro diretto del San Paolo con il Napoli e relegando proprio i partenopei, quinti, all'Europa League. Dietro agli azzurri si erano nel frattempo stabilizzate la Fiorentina, che in dirittura d'arrivo li scavalca chiudendo quarta, e le due genovesi: il Genoa è la Sampdoria; sul campo sono i rossoblù a ottenere la qualificazione all'Europa, cui tuttavia devono rinunciare, in favore dei blucerchiati, poiché sprovvisti della necessaria licenza UEFA.
Il Milan e l'Inter finiranno il campionato rispettivamente ottavi e decimi, restando fuori dalle coppe continentali.
Retrocedono in Serie B Cesena, Cagliari e Parma; drammatica si rivela la stagione dei ducali, trascorsa pressoché stabilmente sul fondo della graduatoria: già colpiti da vari punti di penalizzazione che presto troncano ogni velleità di salvezza, gli uomini di Donadoni retrocedono con cinque turni d'anticipo al termine di un torneo disastroso, dovuto soprattutto alle gravi difficoltà finanziarie del club, e che solamente grazie all'esercizio provvisorio garantito dalla Lega Serie A non portano a un'esclusione dai calendari a stagione in corso; a fine torneo il Parma, tra le squadre italiane più titolate dell'ultimo quarto di secolo, andranno incontro al fallimento e a una ripartenza dai dilettanti. Luca Toni, capace all'età-record di 38 anni di fregiarsi del titolo di capocannoniere (il più anziano di sempre nella storia della Serie A), in coabitazione con l'interista Mauro Icardi, di sedici anni più giovane. Entrambi realizzano 22 reti.


Juventus 2014-2015 - 33° scudetto


Allenatore: Massimiliano Allegri
Portieri: Gianluigi Buffon (C), Marco Storari, Rubinho
Difensori: Martín Cáceres, Giorgio Chiellini, Paolo De Ceglie**, Patrice Evra, Andrea Barzagli, Leonardo Bonucci, Stephan Lichtsteiner, Angelo Ogbonna, Marco Motta***
Centrocampisti: Claudio Marchisio, Simone Pepe, Paul Pogba, Andrea Pirlo, Arturo Vidal, Kwadwo Asamoah, Simone Padoin, Rômulo, Luca Marrone, Roberto Pereyra, Stefano Sturaro**, Federico Mattiello*
Attaccanti: Sebastian Giovinco*, Carlos Tévez, Alessandro Matri**, Fernando Llorente, Álvaro Morata, Kingsley Coman
* Ceduto durante la sessione invernale del calciomercato
**Acquistato durante la sessione invernale del calciomercato
***Svincolato durante la sessione invernale di calciomercato



Risultati stagione 2014-2015
DATAPARTITARisultato
sabato 30 agosto 2014Chievo-Juventus0-1
sabato 13 settembre 2014Juventus-Udinese2-0
sabato 20 settembre 2014Milan-Juventus0-1
mercoledì 24 settembre 2014Juventus-Cesena3-0
sabato 27 settembre 2014Atalanta-Juventus0-3
domenica 5 ottobre 2014Juventus-Roma3-2
sabato 18 ottobre 2014Sassuolo-Juventus1-1
domenica 26 ottobre 2014Juventus-Palermo2-0
mercoledì 29 ottobre 2014Genoa-Juventus1-0
sabato 1 novembre 2014Empoli-Juventus0-2
domenica 9 novembre 2014Juventus-Parma7-0
sabato 22 novembre 2014Lazio-Juventus0-3
domenica 30 novembre 2014Juventus-Torino2-1
venerdì 5 dicembre 2014Fiorentina-Juventus0-0
domenica 14 dicembre 2014Juventus-Sampdoria1-1
giovedì 18 dicembre 2014Cagliari-Juventus1-3
martedì 6 gennaio 2015Juventus-Inter1-1
domenica 11 gennaio 2015Napoli-Juventus1-3
domenica 18 gennaio 2015Juventus-Verona4-0
domenica 25 gennaio 2015Juventus-Chievo2-0
domenica 1 febbreio 2015Udinese-Juventus0-0
sabato 7 febbraio 2015Juventus-Milan3-1
domenica 15 febbraio 2015Cesena-Juventus2-2
venerdì 20 febbraio 2015Juventus-Atalanta2-1
lunedì 2 marzo 2015Roma-Juventus1-1
lunedì 9 marzo 2015Juventus-Sassuolo1-0
sabato 14 marzo 2015Palermo-Juventus0-1
domenica 22 marzo 2015Juventus-Genoa1-0
sabato 4 aprile 2015Juventus-Empoli2-0
sabato 11 aprile 2015Parma-Juventus1-0
sabato 18 aprile 2015Juventus-Lazio2-0
domenica 26 aprile 2015Torino-Juventus2-1
mercoledì 29 aprile 2015Juventus-Fiorentina3-2
sabato 2 maggio 2015Sampdoria-Juventus0-1
domenica 10 maggio 2015Juventus-Cagliari1-1
sabato 16 maggio 2015Inter-Juventus1-2
sabato 23 maggio 2015Juventus-Napoli3-1
sabato 30 maggio 2015Verona-Juventus2-2




Classifica del Campionato 2014-2015
SquadraGarePuntiVPSGol/FGol/S
1JUVENTUS 388726937224
2Roma 3870191365431
3Lazio 3869216117138
4Fiorentina 38641810106146
5Napoli 3863189117054
6Genoa 38591611116247
7Sampdoria 3856131784842
8Inter 38551413115948
9Torino 38541412124845
10Milan 38521313125650
11Palermo 38491213135355
12Sassuolo 38491213134957
13Verona 38461113144965
14Chievo 38431013152841
15Empoli 3842818124652
16Udinese 38411011174356
17Atalanta 3837716153857
18Cagliari 3834810204868
19Cesena 3824412223673
20Parma 381968243375

Nessun commento: