sabato 13 giugno 2015

Juve, se parte Tevez Marotta va su un big

Con Carlos Tevez che si allontana, la Juventus guadagna posto sul treno dei bomber d’Europa. Il biglietto, per precauzione, era stato prenotato da qualche tempo, un po’ perché i rumors sull’argentino erano tutt’altro che rassicuranti e un po’ perché il gioiello Paulo Dybala - acquistato dal Palermo per 32 milioni più 8 di eventuali bonus - non è mai stato considerato il sostituto dell’Apache per l’immediato. L’Eurostar è quello di ogni estate, ma la differenza è che Giuseppe Marotta e Fabio Paratici a questo giro potranno accomodarsi in salottini più lussuosi. La finale di Champions, oltre a garantire un bel tesoro, è un magnete incredibile per attirare tutti i big desiderosi di cambiare aria. «Il nostro appeal è sempre maggiore, adesso i campioni si propongono», ripete spesso Marotta. La Juve non ha avrà la potenza di fuoco del Real Madrid, ma rispetto al passato è considerata sempre più una buona scelta dai grandi attaccanti con le valigie in mano. Come ogni anno il giro dei fuoriclasse del gol genererà un incredibile effetto domino tra tutte le big d’Europa. Il primo spostamento (a iniziare la danza potrebbe essere uno tra Tevez, Jackson Martinez, Ibrahimovic o Mandzukic) darà il via al puzzle più gustoso dell’estate. Un puzzle che, in modi e gradi diversi coinvolge Juve, Milan, Chelsea, Manchester United, City, Psg, Atletico Madrid e perché no il Real Madrid. (Tuttosport.com)

Nessun commento: