domenica 28 giugno 2015

Ecco Vadalà, il ’97 che il Boca dà alla Juve per Tevez

Diciott’anni e l’Italia nel destino. Guido Vadalà, il giovane che rientra nell’affare Tevez per il ritorno del numero 10 al Boca Juniors, è già “transitato” nel nostro Paese. E’ il 2010 quando fa un provino per l’Atalanta, portato da Alessandro Ruggeri, dopo un passaggio pure al Barcellona, dove conosce il suo idolo, Messi, al quale molti in Argentina lo accostano visto che entrambi sono originari di Rosario. Anche di Vadalà si dice che sia un bambino prodigio, capace di incantare i tifosi. Quella italiana rimane però soltanto una parentesi, poi il ritorno in Argentina e la crescita nelle giovanili del Boca. Di lui ricordano anche una partita della sesta divisione, l'8 novembre 2014, contro l'Argentinos Juniors, in cui è riuscito a segnare 7 gol. Vadalà, che ha pure origini calabresi, è infatti un attaccante più che un fantasista: alto 1,67, è molto tecnico e veloce. È un’ala, ma può fare anche il trequartista. Ha esordito il 18 febbraio di quest’anno, in Copa Libertadores contro il Palestino. Non ha ancora giocato molto in prima squadra, ma in due spezzoni di Libertadores ha fatto vedere le sue doti colpendo la traversa e fornendo un assist. Tifoso del Boca, ha un debole per la Juve, tant’è che in un’intervista ha confessato che quella bianconera è la squadra che più gli piace in Italia». Era destino che ci arrivasse... (Tuttosport.com)

Nessun commento: