sabato 6 giugno 2015

Champions al Barça: 3-1. Ma la Juve esce a testa alta

Un conto alla rovescia emozionante, da batticuore per i protagonisti e per i tifosi. Da non resistere, tanta è la voglia di gustarsi il match della vita. Volti tesi e concentrati, anche da parte dei dirigenti, dello staff tecnico. Ancora pochi minuti, il riscaldamento e poi la grande sfida. Tutto confermato nelle due formazioni: c'è Barzagli al centro della difesa con Bonucci. Dall'altra parte occhio ai tre tenori. Massi parla con Tevez e stempera la tensione nel tunnel. L'attesa si fa spasmodica, ma finalmente l'arbitro Cakir fischia e si gioca. L'atmosfera è pazzesca, carica di adrenalina, di passione, di umori. Due grande tifoserie per due grandi squadre. Il colpo d'occhio è incredibile. Pronti via e la Juve va in pressione, recupera palla e Tevez va al tiro, alto. Poi ancora pressing e Mascherano in tilt la butta in angolo. Poi la replica e il gol blaugrana: da Neymar a Iniesta, passaggio a Rakitc che buca Buffon al 4'. Per i bianconeri è un colpo basso, a freddo e lo sbandamento c'è. Colpo duro a livello psicologico. All'8' aggancio al volo di Neymar che butta dentro e chiede rigore per tocco di braccio di Lichtsteiner, contropiede di Morata con assist a Vidal e tiro alto di poco. La partita sale di tono. Vidal prende il giallo per fallo su Busquets: serve mantenere i nervi a posto ma i giocolieri del Barça fanno venire il mal di testa. La Juve è in chiara difficoltà. Per fortuna c'è un grande Barzagli, splendido in un paio di anticipi. Al 20' bell'azione Pogba-Tevez, risolve Mascherano in corner. Al 23' via di mezzo tra tiro e cross dell'Apache: nulla di fatto. Ma c'è spazio per attaccare la squadra di Luis Enrique e Morata angola troppo da posizione favorevole. Giallo anche per Pogba al 41' per intervento su Messi. Il primo tempo si chiude così con il Barça sull'1-0. Si ricomincia con la Juve che non sfrutta l'angolo e gli spagnoli che vanno in contropiede (5 contro 3): Suarez colpisce d'esterno e Buffon grandissimo la mette in angolo. I tre tenori cominciano con gli acuti, Messi manda alto. Grande calcio, la Juve rischia di subire tipo torello. Poi si accende la luce: tacco di Marchisio a liberare Lichtsteiner, Tevez che si gira e impegna Ter Stegen, arriva Morata e la butta dentro dopo dieci minuti di gioco. Come promesso. Cresce la squadra di Allegri, finalmente. Tevez prova il raddoppio. Adesso sì che è vera finale. E bisogna ringraziare Gigi Buffon che ha tenuto vivo il sogno prima del pari dello spagnolo. Ci prova anche Pogba, Ter Stegen c'è. Al 21' Pogba chiede il rigore per la trattenuta in area di Dani Alves che gli mette il braccio su spalle e collo e lo tira giù. Ribaltamento e Messi molla sul posto Barzagli, impegna Buffon e sulla respinta Suarez batte il portiere bianconero al 23'. Proprio nel momento migliore della Juventus che ancora protesta per l'episodio sul francese. Ter Stegen su angolo di Pirlo rischia l'autogol.  La Juve è sbilanciata su un altro 5 contro 3. Staffetta e cambio di fascia tra Xavi e Iniesta al 32'. Xavi è all'ultima gara con il Barcellona. E sala alto l'applauso. Pogba di testa non riesce a pareggiare, e Allegri cambia Vidal con Pereyra. Staffetta anche tra Llorente e Morata a 6' dalla fine. Ter Stegen fa il suo, il Barça controlla e alla fine alza le braccia al cielo con il tris di Neymar. La Champions torna in Catalogna, ma la Juve merita solo applausi per un'annata fantastica. Esce a testa alta. Anche senza Triplete, lasciato agli spagnoli. (Tuttosport.com)

1 commento:

Stream Tv Goals ha detto...

Barcelona vs Juventus (3-1) - Highlights Final Champions League
http://www.streamtvgoals.com/2015/06/barcelona-vs-juventus-3-1-highlights.html