mercoledì 13 maggio 2015

Real-Juve, Allegri: «Siamo qui per arrivare a Berlino»

Dobbiamo aspettarci una sorpresa come all’andata? Una cosa tipo Sturaro dall’inizio? «La mossa Sturaro dell’andata non è stata una vera sorpresa... diciamo che credevo servisse e mi ha dato una risposta positiva. Comunque credo che ci siano molte possibilità che Pogba scenda in campo dal primo minuto». Come cambia il modo di difendere con Benzema? «Non cambia nulla. Come ho detto all’andata, credo che finirà 0-0. Siamo due squadre che attaccano e segnano. Ho cancellato nella testa dei miei la partita dell’andata: questa deve essere interpretata come una partita secca, anche se logicamente abbiamo il vantaggio di aver vinto quella dell’andata». «Sotto il profilo delle motivazioni si prepara da sola. Tatticamente bisogna essere molto sereni. Qui al contrario di Montecarlo, dove poteva finire zero a zero per le caratteristiche degli avversari, dei gol ci saranno, quindi dobbiamo stare tranquilli. Non vedo perché non dobbiamo avere in testa Berlino, non vedo come non dobbiamo crederci. Siamo qui e dobbiamo andare a Berlino!». Tevez può vincere il Pallone d’Oro? «Dipende dai risultati. Vediamo se si arriva a Berlino. Credo che Tevez sia straordinario, sicuramente all’altezza dei grandi anche se non ho mai allenato Cristiano Ronaldo e Messi. Sa sacrificarsi per la squadra e sa interpretare benissimo la partita». Dormirai questa sera? «Stasera dormo di sicuro. Domani sera meno. Questione di carattere. E’ una partita importante, serve una grandissima prestazione. Non sarà facile, ma dovremmo cercare di avere la palla più di loro. Dobbiamo fare più di 52% e 48% dell’andata. Giochiamo contro calciatori con velocità d’esecuzione impressionante». (Tuttosport.com)

Nessun commento: