venerdì 3 aprile 2015

Serie A, ascolti tv e stadi. Domina la Juve

La Juventus è la locomotiva del calcio italiano, il club che trascina l’intero movimento perché fa impennare l’audience in tv e perché fa riempire gli stadi altrimenti sempre malinconicamente vuoti. Il risultato dell’indagine che vi proponiamo non lascia spazio a dubbi: è il club bianconero il vero valore aggiunto del “prodotto Serie A”, sia in tv che dal vivo. I dati non mentono e, tra l’altro, sono interessantissimi per valutare la distribuzione reale del tifo a seconda di quanto riescono a intercettare sia in poltrona sia sugli spalti. Ebbene, la Juve ha un numero medio di spettatori totale che supera, tenuto conto delle gare giocate finora, i 55 milioni di spettatori: ben 10 milioni in più del Milan e 14 milioni in più dell’Inter. Prima di esaminare nei dettagli i risultati dell’inchiesta, una breve premessa sui dati presi in esame: sono stati a i dati relativi all’audience televisiva sulle piattaforme a pagamento SKY e Mediaste Premium, nonché le presenze degli spettatori negli stadi italiani sino alla 28° giornata di Serie A pubblicati, questi ultimi, dalla Lega sul proprio sito. Vale la pena ricordare che l’ultimo Rapporto sul calcio italiano raccontava di un 49 per cento degli italiani interessati al calcio, ma anche che 3 italiani su 4 guardano il calcio in tv anche perché il prezzo del biglietto, la difficoltà per reperirlo e la percezione di insicurezza allontano i tifosi dagli stadi. Così, non è stata una buona scelta strategica quella di massimizzare i ricavi della tv (Sky, dal 2003 a oggi, è il maggior azionista della Serie A a cui ha versato 7,3 miliardi di euro) con il conseguente svotamento degli stadi. Con una eccezione rappresentata ancora una volta dalla Juventus che riesce a massimizzare la rendita di essere l’unico club ad avere uno stadio di proprietà. (Tuttosport.com)

1 commento:

La penna del Gobbo tube ha detto...

Aggiungerei con il dire che è l'unico club dei grandi in Italia, che è gestito da una famiglia "italiana" da sempre e che costituisce una "fonte" di successi nel tempo; a differenza di chi si stanc del proprio giocattolo e non vede l'ora di disfarsene a imprenditori esteri