martedì 28 aprile 2015

Bomba derby, Tosel accelera. Sentenza presto

E' ancora difficile dire quanto, ma la sentenza del giudice sportivo Tosel sulle bombe carta esplose domenica allo Stadio Olimpico di Torino, durante il derby, arriverà in tempi più brevi del previsto. Ieri sera, infatti, la Procura della Repubblica di Torino ha fatto avere a quella della Figc nuovi documenti (fra cui anche alcuni filmati), frutto delle indagini svolte nel corso della giornata. Il supplemento di indagine ordinato da Tosel, quindi, potrebbe essere a un punto di svolta, se non proprio al termine. Se le indiscrezioni circolate ieri, nel tardo pomeriggio, venissero confermate, i documenti in possesso di Tosel dovrebbero essere quelli della Polizia e dovrebbero dimostrare che il lancio della bomba carta è effettivamente avvenuto dal settore ospiti, dove c'erano i tifosi della Juventus, verso la curva Primavera, dove c'erano i sostenitori del Torino e dove è esploso provocando undici feriti (tutti in codice verde). Se il giudice sportivo ritenesse sufficienti i nuovi documenti potrebbe emettere la sentenza addirittura in giornata o, al più tardi, domani. Secondo quanto trapelato nella giornata di ieri, l'intenzione iniziale di Tosel (prima che decidesse di richiedere ulteriori accertamenti) era quella di chiudere la curva Sud della Juventus per due giornate, ma ovviamente nessuno ha confermato questa notizia. Esiste, per altro, un precedente del novembre 2013, in occasione di Napoli-Juventus. In quel caso il Napoli che prese 50.000 euro di multa per - si leggeva nel comunicato di Tosel -: «avere i suoi sostenitori, nel corso della gara, lanciato nei settori occupati dai sostenitori della squadra avversaria cinque petardi ad alto potenziale ed oggetti contundenti di varia natura, creando panico e costringendo quattro persone a ricorrere alle cure dei sanitari». (Tuttosport.com)

Nessun commento: