venerdì 27 marzo 2015

Marchisio, stagione finita. La Juve spera in Pirlo

La tegola Marchisio proprio non ci voleva. Il centrocampista, che a Coverciano si è infortunato gravemente (lesione subtotale del legamento crociato anteriore destro), chiude qui la stagione con la Juventus. E con la Nazionale, ovvio. Una stagione che per i bianconeri, a dirla tutta, entra nel vivo, vivissimo, proprio adesso. Semifinali di Coppa Italia e quarti di Champions inclusi, a parte il campionato, però ampiamente dominato e a prova di ribaltoni. Come rimediare? Intanto, puntando sulla forza del gruppo fin qui a prova di sventure. Infatti, proprio il gruppo via via ha sopperito alle defezioni, più o meno lunghe, di Barzagli, Morata, Vidal, Asamoah, Caceres, Romulo, Pirlo. E allora, proprio in attesa del recupero del regista, previsto per dopo la sosta, il tecnico può contare sulla solidità rinnovata di Vidal, sulla capacità di cambiare fronte del campo di Pereyra, sul soldatino jolly Padoin e sull'Under 21 Sturaro. Insomma, c'è vita sul pianeta centrocampo, nonostante tutto, nonostante la sfortuna, nonostante i guai in serie. E ci sono pure i tre sistemi di gioco ad accorrere in soccorso: il 3-5-2 per sopperire alla lacuna numerica (e qualitativa), il 4-3-1-2 se Pirlo è abile e arruolabile e si vuole puntare ancora sul trequartista e poi il 4-3-3 finora riservato alla Coppa Italia. Dove la Juventus cercherà la rimonta sulla Fiorentina. Ma è chiaro come sia la Champions League nel mirino e nel cuore di tutto l'ambiente Juve. E allora la preoccupazione, dopo il ko di Marchisio, è proprio per la doppia sfida con il Monaco (14-22 aprile). La speranza è che Andrea Pirlo ci sia. Il problema muscolare è superato, si sta allenando bene a Vinovo. Fin qui, Claudio il Principino lo aveva sostituito alla grande in cabina di regia: ora ad Allegri serve ritrovare il Pirlo che tutti conoscono. (Tuttosport.com)

Nessun commento: