sabato 22 novembre 2014

Moggi: Ringrazio Agnelli. Riconosce il mio lavoro

"C'erano venti squadre e si comportavano nella stessa maniera ma solo la Juve ha pagato perché dava fastidio". Le parole di Andrea Agnelli («Possiamo perdonare Moggi, rappresenta una parte importante della nostra storia») non potevano che far piacere a Luciano Moggi. L'ex dirigente bianconero ha risposto: «Ringrazio il presidente per le parole positive che ha espresso nei miei confronti anche se non ho niente da farmi perdonare. Andrea è stato vicino alla Juventus nei dodici anni che sono stato nel club bianconero perché era sempre con suo padre e quindi sa molto bene quello che è stato il mio lavoro. Agnelli è un presidente che sa quello che vuole e non è un caso che ha riportato la Juventus alla vittoria. Ha preso il club nel momento più difficile della sua storia e lo ha riportato a vincere». Inutile chiedergli se, dopo essere tornato allo Juventus stadium, sogni di tornare ad avere un ruolo attivo nel calcio nonostante la condanna e la radiazione. "Di questo preferisco non parlare - dice - aspetto la Cassazione. Ma anche dire che sono stato condannato è falso: il nostro sistema prevede tre gradi di giudizio, aspettiamo che la sentenza diventi definitiva".

Nessun commento: