giovedì 10 luglio 2014

Juve, Iturbe vicinissino ai bianconeri

Se non è la stretta finale, poco ci manca. Anzi, pochissimo: da ieri Juan Manuel Iturbe è un po’ più vicino alla Juventus. E la cautela serve a tener vive le speranze della concorrenza, italiana ma soprattutto estera, sul talentuoso attaccante esterno argentino. I tempi sono stretti, all’avvio del ritiro dei campioni d’Italia mancano quattro giorni, però cresce l’ottimismo in casa bianconera, in merito alla possibilità che il sudamericano sbarchi a Vinovo entro l’inizio della prossima settimana. È il frutto di un’altra giornata intensa sul fronte Iturbe, con la Juventus intenta a tenere vivi i rapporti con l’entourage del calciatore e, nel contempo, col Verona. Nel primo caso si è mosso direttamente il direttore sportivo Fabio Paratici che a Milano ha rivisto uno degli agenti dell’argentino, Pierpaolo Triulzi. Sede del summit, un hotel del centro, dove le parti si sono riaggiornate partendo da una base già nota: il club di Corso Galileo Ferraris ha l’intesa col giocatore per un contratto quinquennale a 1,5 milioni d’ingaggio a stagione. Detto che l’opzione Quagliarella quale contropartita gradita ai veneti non è tramontata (Toro e Samp permettendo), non si può escludere a priori che Juve e Verona siglino l’intesa anche senza inserire giocatori. Solo cash, in sostanza, per i gialloblù: solo che, mentre Sogliano all’inizio chiedeva 30 milioni e la Juve non si spingeva oltre i 20 più una contropartita, le parti potrebbero comunque accordarsi. Come? Sul fronte veronese prevale questa convinzione: 27 milioni per la fumata bianca, magari con parte della cifra dilazionata nel tempo. E con tanti saluti non solo al Milan, ma soprattutto all’Atletico Madrid, che ha offerto 25 milioni più bonus (oltre al prestito di Baptistao), e pure a Liverpool e Bayern Monaco. (Tuttosport.com)

Nessun commento: