mercoledì 4 giugno 2014

Juve, chiesto Tielemans ma costa 7 milioni

La caccia ai nuovi Pogba non implica il necessario sacrificio del titolare di uno dei “dicasteri” di lusso a centrocampo. E’ il diktat societario, del resto, a stabilire il percorso: per un Polpo quasi fatto in casa, altri giovani in rampa di lancio sono nel mirino della Juventus. Beppe Marotta e Fabio Paratici, al solito, scandagliano tutti i principali campionati europei e lo sguardo, stavolta, si è posato su Youri Tielemans, 17 anni, di professione mediano con tutte le caratteristiche proprie del regista. Il profilo Segni particolari del ragazzo in forza all’Anderlecht: buonissima visione di gioco, uso discreto di entrambe le leve con eguale efficacia, senza contare una discreta esperienza in campo internazionale malgrado la giovane età. Spicca, in questo senso, un primato che il centrocampista può tenersi ben stretto: Tielemans, che in questa stagione ha pure contribuito alla conquista del 33° titolo nazionale dei belgi (un gol in 29 presenze), è il più giovane belga esordiente nella storia della Champions League. Il fatto ha una data precisa: 2 ottobre 2013, Anderlecht- Olympiacos, col giovanotto in campo per l’intero match. Il giocatore ha poi fatto il bis nel successivo match casalingo contro i “mostri” del Paris Saint-Germain ingaggiando più di un duello interessante contro Marco Verratti e soci. Quattro, nel complesso, le presenze di Tielemans in Coppa Campioni, ma è stato evidentemente il suo impiego continuativo in Jupiler League a fare la differenza agli occhi degli scout accorsi a vederlo dal vivo, in rappresentanza di società di altissimo livello come Chelsea e Arsenal in Inghilterra, Atletico Madrid sul fronte spagnolo. La Juventus si è messa in fila secondo tempistiche non casuali, pronta a entrare in scena per sopravanzare l’agguerrita concorrenza.

Nessun commento: