sabato 31 maggio 2014

Juve, che sprint per Pereyra e Guarin!

Il lavoro di Beppe Marotta e Fabio Paratici, per far sì che al più presto la fisionomia della Juve sia definita, è febbrile. Tra telefonate e spostamenti, incontri e appuntamenti, l’attività dell’ad e del ds bianconeri procede senza sosta. In Italia due, su tutti, sono i giocatori per i quali la coppia di uomini mercato sta cercando di chiudere rapidamente: uno è Roberto Pereyra dell’Udinese, l’altro Fredy Guarin dell’Inter. Per scontare il prezzo del primo, valutato dall’Udinese 15 milioni di euro, i friulani avrebbero voluto inserire nella trattativa Simone Zaza. Attaccante reduce da 9 gol nel Sassuolo che, come si vedrà più avanti, sembra tuttavia prossimo a gelare il club dei Pozzo. Non per questo la Juve arretra di un passo. «Pereyra è un giocatore molto interessante per la Juve, ha infatti dichiarato a Radio Kiss Kiss il presidente dell’Udinese, Franco Soldati. Su Candreva e Cuadrado la priorità resta invece la soluzione delle comproprietà». E quindici milioni di euro è pure la valutazione fatta dall’Inter per Guarin: centrocampista colombiano sul quale la Juve è tornata con forza per il prossimo anno, dopo la farsa mercatizia che a gennaio ha finito per lasciarlo in nerazzurro. Wolfsburg, Roma e Tottenham, questo l’elenco dei club dati sulle tracce del centrocampista. Molte, intanto, sono le comproprietà che la Juve deve risolvere entro meno di un mese. Si parte con la posizione di Manolo Gabbiadini, sempre più vicino alla conferma nella Sampdoria (in ballo ci sono anche la gestione del cartellino di Vincenzo Fiorillo e di Stefano Beltrame). «Con la Juve c’è un’intesa di massima sul rinnovo della comproprietà e la permanenza di Manolo in blucerchiato», ha spiegato il ds dei liguri, Carlo Osti. Nonostante le valutazioni fatte dai vari soggetti dell’operazione, salvo colpi di scena Gabbiadini continuerà a giocare alle dipendenze di Sinisa Mihajlovic.

Nessun commento: