martedì 15 aprile 2014

Juve: Eurorivali, Benfica contro il Porto

«NON pensiamo alla Juve: abbiamo il classico di Coppa contro il Porto e domenica possiamo vincere il campionato contro l’Olhanense. E in ogni caso la prima sfida contro i bianconeri non sarà decisiva, la Coppa si gioca sui 180’». Jorge Jesus, l’allenatore del Benfica, più che snobbare la truppa di Antonio Conte, è preoccupato dagli ultimi eventi. La squadra perde pezzi, la peggiore delle notizie nel momento decisivo della stagione, quello in cui si alzano i titoli. Domani i rossi di Lisbona proveranno a conquistare l’accesso alla finale della Coppa di Portogallo (arbitrerà l’esperto fischietto Proença). Allo stadio Da Luz arriva il Porto (vittorioso per 1-0 all’andata) e il Benfica proverà a ribaltare il risultato. Ma più che il Porto in sè, a preoccupare Jorge Jesus sono gli indisponibili. Nel successo contro l’Arouca è andato ko il portiere Jan Oblak. Trauma cranico: per qualche secondo lo sloveno ha perso i sensi. Trasportato immediatamente in ospedale e sott’osservazione per 22 ore. Gli esami hanno rassicurato lo staff medico, ma Oblak salterà il Porto e quasi certamente anche il prossimo match di campionato. Contro la Juve il problema non si pone, visto che il portiere titolare in Europa League è un altro, il veterano Artur, in Italia protagonista con Siena, Cesena e Roma.

Nessun commento: