sabato 5 aprile 2014

Juve, è finita l'emergenza. Dopo Peluso, c'è Ogbonna

La Juventus vede la fine dell’emergenza. Convinzione rafforzata dalle notizie su Carlitos Tevez. «Sto bene. A Lione ho chiesto il cambio soltanto per un fastidio all’adduttore. Non è niente di grave», si è premurato di sottolineare l’Apache attraverso un cinguettio su twitter. Prima dell’argentino era stato Antonio Conte, dalla pancia dello stadio Gerland, a far rientrare l’allarme scattato vedendo l’argentino uscire dal campo toccandosi l’inguine. Lunedì l’ex Boca Juniors potrebbe restare a riposo per curarsi al meglio e rilucidarsi in vista del ritorno di Europa League. Ieri ha seguito una tabella ad personam e nei prossimi giorni verrà gestito. I prossimi allenamenti, quelli nei quali lo Special One juventino deciderà la formazione da schierare lunedì allo Stadium, saranno decisivi. L’impressione, però, è che Tevez riprenderà il proprio posto al centro dell’attacco contro il Lione. Dopo due settimane e mezzo da brividi, l’allenatore salentino ritrova la rosa quasi al completo. In Coppa è rientrato Federico Peluso (di nuovo in panchina dopo l’infortunio alla coscia) e contro il Livorno è pronto a riaggregarsi anche Angelo Ogbonna, fermatosi pure lui a metà marzo e ieri in campo nell’amichevole contro l’Ivrea. All’appello manca ancora Andrea Barzagli (ne avrà ancora per una quindicina di giorni), ma già così il quadro è migliorato in modo sensibile. I ritorni di Peluso e Ogbonna consentiranno qualche rotazione in più in difesa. Una boccata d’ossigeno per il trio Caceres-Bonucci-Chiellini, costretto agli straordinari nellle ultime 6 partite. Contro il Livorno uno dei tre potrebbe tirare il fiato e ricaricare le pile in vista delle successive tappe. Il maggior indiziato, almeno sulla carta, sarebbe Chiellini. Da quando è guarito dall’infortunio al polpaccio, non ha avuto più la possibilità di fermarsi. Conte avrebbe voluto gestirlo maggiormente, ma l’emergenza non glielo ha permesso.

Nessun commento: