domenica 16 marzo 2014

Marchisio: «Nulla di grave» Tevez: non è al 100%

"Per fortuna l'ecografia è negativa, niente lesioni". Con un messaggio su Facebook, Claudio Marchisio tranquillizza i tifosi della Juventus sulle sue condizioni fisiche dopo il problema muscolare avvertito giovedì sera nei minuti finali del match di Europa League con la Fiorentina. "Ora qualche giorno per recuperare, poi si torna in squadra" aggiunge il numero 8 bianconero, che non sarà comunque a disposizione stasera a Genova. Intanto tutto ruota intorno al ginocchio di Carlitos Tevez. L'infiammazione non è ancora del tutto risolta, ma in teoria non rappresenta un vero e proprio ostacolo allo scendere in campo contro il Genoa. La prudenza suggerisce di aspettare, magari portando l'Apache in panchina (per la serie: rompere il vetro in caso di emergenza), tuttavia se Conte decidesse di farlo giocare comunque dall'inizio, non sarebbe la prima volta quest'anno che Carlitos scende in campo con qualche fastidio all'articolazione. Questa volta, però, c'è di mezzo il delicatissimo finale di stagione e la partita di ritorno contro la Fiorentina, da giocare giovedì, a stretto giro di posta. Ecco perché la coppia Llorente-Osvaldo sembra essere, in questo momento, la più logica e probabile. Insomma, la Juventus si trova nella bizzarra situazione di essere una delle poche squadre ad avare sei attaccanti in rosa e fronteggiare una piccola emergenza in avanti. Tevez è in dubbio, Giovinco ha bisogno di una settimana per recuperare dal ko contro la Viola, Vucinic è in fase di recupero, ma ancora abbastanza lontano dall'essere disponibile. Gli unici due attaccanti "sani" sono Llorente (per quanto reduce da una brutta tacchettata di giovedì) e Osvaldo. E poi ci sarebbe Quagliarella, il sesto uomo che difficilmente verrà scelto da Conte per tamponare un'eventuale necessità urgente. (Tuttosport.com)

Nessun commento: