mercoledì 19 marzo 2014

Juve, piano antiassedio. I bianconeri sono blindati

A Firenze tutti aspettano la Juve. Un’intera città, sportivamente parlando, contro i bianconeri. E loro, i campioni d’Italia sono pronti. L’hanno detto e ripetuto dopo il successo di Genova: «Andiamo a prenderci la qualificazione». Si preannunciano novanta minuti infuocati sotto l’aspetto ambientale. Del resto Fiorentina-Juventus è sempre stata così. Tesa, vibrante, ricca di colore e sfottò. Adesso con l’Europa in palio, poi, tutto è ancora più amplificato. Insomma, sarà spettacolo, altrochè se lo sarà. Già a Torino i novanta minuti sono stati intensi, sino all’ultimo secondo, figuriamoci domani sera. Per preparare la grande sfida Antonio Conte ha deciso di portare alcuni accorgimenti al programma per concedere più riposo ai suoi giocatori. Mercoledì mattina allenamento a Vinovo alle 11.30. Subito dopo, il pranzo. Sempre nel quartier generale bianconero. Nel primo pomeriggio partenza in treno alla volta di Firenze. La squadra viaggerà su un Frecciarossa-charter. Niente altri passeggeri a bordo, solo la Juve. All’arrivo i giocatori raggiungeranno subito l’hotel il cui nome è tenuto rigorosamente nascosto per evitare manovre di disturbo da parte della tifoseria viola tipo serenate notturne o cose di questo tipo... In questi casi le precauzioni non sono mai troppe, quindi meglio prevenire. Ed è quello che stanno cercando di fare i dirigenti e gli organizzatori bianconeri. Perchè inutile nasconderlo si prospetta un’altra serata calda. Anche a Genova, al rientro, il pullman bianconero all’altezza del Turchino è stato preso di mira da tifosi ospiti con lanci di bottiglia e bastoni. (Tuttosport.com)

Nessun commento: