mercoledì 26 marzo 2014

Juve a caccia del record: 15° successo in casa

Per puntare al record delle 15 vittorie consecutive in casa, Antonio Conte riparte da Carlos Tevez. «Il ginocchio mi fa un po’ male, ma non c’è problema», ha detto l’Apache a Catania dopo aver dato 3 punti ai bianconeri. Così la pensa anche il tecnico, che contro un Parma imbattuto in campionato dal 2 novembre (Parma-Juve 0-1), chiede un sacrificio al sudamericano. Un habitué dello Stadium, avendo giocato tutte le gare interne della Juve. Dentro Tevez, dentro pure Fernando Llorente. Che resta la spalla ideale dell’argentino, ma che sotto porta non timbra dal 2 marzo. Salvo colpi di scena il ballottaggio con Daniel Osvaldo è quindi vinto dallo spagnolo. Mentre l’oriundo ex Southampton siederà in una panchina che, tra le alternative per l’attacco, avrà anche Mirko Vucinic e Fabio Quagliarella. Non rientra nell’elenco dei convocati Sebastian Giovinco. Il fantasista, nonostante abbia giocato qualche minuto in Sicilia, viene risparmiato da Conte in vista dei successivi impegni contro Napoli (domenica) e Lione (giovedì). Appare trascurabile il leggero fastidio che ha accusato ieri. A metà campo Conte ritrova Claudio Marchisio, ma il jolly della mediana sarà solamente portato in panchina, e magari impiegato a partita in corso per poi, eventualmente, essere pronto a giocare dall’inizio nella gara di domenica a Napoli. La regia sarà così affidata ancora una volta ad Andrea Pirlo. Certa la presenza dall’inizio di Paul Pogba, tra i pochi bianconeri che hanno goduto di un minimo di riposo avendo saltato l’appuntamento di Catania per squalifica. Conferma tra i titolari pure per Arturo Vidal, sulla destra della mediana. Il cileno sta attraversando un periodo di forma non particolarmente brillante, ma Conte ritiene che il modo migliore per farlo tornare nelle condizioni ottimali sia quello di insistere sul suo impiego. Simone Padoin, dopo la prestazione luci e ombre alle pendici dell’Etna, tornerà in panchina. La sorpresa, ma il ballottaggio con Stephan Lichtsteiner è al 50%, sarebbe l’impiego sulla destra di Mauricio Isla. Sulla fascia mancina, al Massimino occupata dal cileno per più di un’ora, prima dell’ingresso di Kwadwo Asamoah, toccherà inizialmente allo stesso ghanese. (Tuttosport.com)

Nessun commento: