giovedì 6 febbraio 2014

Juve: Faccia a faccia Quagliarella con Marotta

Il retroscena squarcia un sipario e apre a una nuova vita, per Quagliarella: sicuramente non facile, soprattutto a breve, ma una ripartenza, adesso, è comunque possibile. Il tempo è la miglior medicina, in molte situazioni, se questa è sorretta da un piedistallo di buona volontà. Il retroscena porta a varcare idealmente la soglia della sede bianconera di corso Galileo Ferraris: là dove è appena transitato Quagliarella, convocato da Marotta. Un lungo confronto, un passaggio chiave per riuscire a girar pagina. Un interesse comune, visto che Quagliarella potrà ancora essere utile a Conte, seppur partendo dal fondo delle gerarchie, così come la Juve potrà ancora rappresentare, per l’attaccante, una vetrina doppiamente importante: pensando anche al mercato estivo, quando le strade di Quagliarella e della società bianconera si divideranno. Dopo una serie di allenamenti svolti a Vinovo in solitudine (ufficialmente per i postumi della febbre, ma Quagliarella è finito nel mirino perché ha rifiuto della punta di trasferirsi in extremis a gennaio), Quagliarella tornerà ora a lavorare in gruppo. Ecco l’altra svolta, che fa seguito al faccia a faccia chiarificatore andato in scena tra l’attaccante e l’ad Marotta nella sede bianconera. Il caso non è chiuso, ma la strada imboccata porta all’armistizio. La ragion di stato e gli interessi comuni possono restituire a Conte un attaccante di livello. E a Quagliarella la voglia di continuare a combattere. Almeno in campionato, visto che è stato escluso dalla lista Uefa varata per l’Europa League. (Tuttosport.com - Marco Bonetto)

Nessun commento: