venerdì 28 febbraio 2014

La Juve atterrata a Torino: Ora sotto con il Milan

Sulle ali dell’entusiasmo, quantomeno della consapevolezza dei propri mezzi e della propria competitività: sognando l’accoppiata scudetto-Europa League. Ma per cominciare, più banalmente e concretamente, sulle ali dell’aereo deputato a riportare la truppa bianconera a Torino. Un passo per volta, chiaro. E un programma fitto fitto, assolutamente atipico in questa settimana fatta di impegni ravvicinati, chilometri macinati e pochissimo tempo per recuperare tra una partita a e l’altra. Ma domenica sera - a meno 60 ore dal triplice fischio di Trabzonspor-Juventus - si gioca con il Milan a San Siro: ogni momento è prezioso. Dopo aver inizialmente predisposto una partenza in fretta e furia per l’Italia non appena terminata la partita, Antonio Conte ha rivisto e corretto i piani. Pernottamento in Turchia e partenza in mattinata, già riposati. Decollo alle ore 11 locali, arrivo previsto ed effettuato a Torino per le 14 circa. Ora blitz a Vinovo per una seduta pomeridiana: rapidissima analisi del match di ieri, impostazione del lavoro tattico anti-rossoneri e allenamento vero e proprio in campo con la classica sessione defaticante per chi ha giocato in Europa League e l’attività più intensa per chi invece è stato spettatore. Solo a quel punto il rompete le righe, ma non il rompete la serie positiva: contro il Milan occorre un’altra zampata scudetto. (Tuttosport.com - Fabio Riva)

Nessun commento: