domenica 16 febbraio 2014

Juve, Giovinco esce tra i fischi e Conte lo difende

Minuto 26', Tevez entra al posto di Giovinco, ripetutamente beccato durante la partita e apertamente fischiato dalla tribuna al momento della sostituzione. Giovinco è corrucciato, abbassa la testa e fa per avviarsi verso gli spogliatoi (contravvenendo alla legge di Conte per la quale i sostituiti, se non infortunati, devono stare in panchina con i compagni). Mentre esce rivolge al pubblico parole e non sono esattamente complimenti. A quel punto proprio Conte va a richiamarlo e gli indica la panchina: "Qui, devi rimanere qui!", grida. Ma non è arrabbiato, ha capito lo stato d'animo di Giovinco e lo abbraccia in modo vigoroso. Un gesto per difenderlo dai fischi e per dare un segnale a tutti: io lo difendo. Il pubblico smette di fischiare e parte anche qualche applauso. Giovinco prende posto in panchina al fianco di Storari e viene inquadrato sorridere. Alla fine lo stesso Conte commenta amareggiato: "Non capisco il clima che si è creato intorno a Giovinco. Sono talmente deluso per questa cosa che quasi non mi va di commentarla".

Nessun commento: