venerdì 28 febbraio 2014

Giovinco, bella partita: è mancato solo il gol

Chissà quanti hanno soffiato, in Turchia e davanti alla tv, per spingere quel pallone di Giovinco in rete. Quello messo dentro da Osvaldo, con la disperazione (delusione forse è meglio) della Formica Atomica che avrebbe voluto e meritato un gol. La partita del talento bianconero è piaciuta, per la grinta e la determinazione che solo i campioni riescono a mettere in campo soprattutto dopo giornate difficili, con quei fischi ancora nelle orecchie. Non vogliamo dare suggerimenti ai tifosi ma almeno provare a dire che, un giocatore della Juve così, va sostenuto e coccolato. In questa squadra, lo dice Conte, servono tutti. Solo così si raggiungono gli obiettivi e si resta grandi. «Bravi a sbloccare subito il risultato. Potevamo fare altri gol ma l'importante era qualificarci. Il loro portiere è stato bravo, io un po' di meno. Non sono riuscito a segnare, purtroppo. Io e Osvaldo ben assortiti? Noi ci conosciamo dall'Under 21 e poi abbiamo fatto diverse partite con la Nazionale maggiore. Sono felice della prova che abbiamo fatto. Ora per tre volte ce la vedremo con la Fiorentina? Pensiamo alla sfida di domenica e poi vedremo le altre», ha detto Sebastian Giovinco al termine della partita ai microfoni di Mediaset Premium.

Nessun commento: