sabato 8 febbraio 2014

Conte, alcune condizioni per il suo rinnovo

Lavori in corso. Tra i bianconeri e Antonio Conte si discute della Juve che verrà e, quindi, anche di prolungamento di contratto. Perché l’allenatore è il punto fermo del club. Beppe Marotta sta lavorando per sancire il nuovo accordo. Lui stesso ha speso pubblicamente parole d’elogio: nelle strategie del club c’è il desiderio di trasformare Conte nel nuovo Ferguson della Juve. Per questo si sta parlando di ampliare e amplificare il suo operato. Si va avanti su questo passo. Il tecnico, ovviamente, ha chiesto delle garanzie tecniche e i dirigenti di corso Galileo Ferraris stanno lavorando per accontentarlo. Il primo punto è la conferma dei big almeno sino al 2017, stagione in cui dovrebbe scadere il nuovo contratto dell’allenatore. Dal 2015 al 2017. Per questo è stato blindato Vidal e presto ci sarà l’annuncio di Pirlo. Poi sarà la volta di Pogba e, infine, toccherà al tecnico. Nessun big dovrà essere ceduto a meno che non arrivi una proposta indecente. In questo caso, però, prima si acquista il sostituto richiesto dall’allenatore e poi, eventualmente, si vende. L’allenatore, tra le sue richieste, ha inserito l’acquisto (doveroso) di due campioni per tentare con più convinzione l’assalto alla Champions. Nani è il primo. Il secondo dipenderà da Osvaldo. Se l’azzurro dimostrerà il suo valore si virerà su un asso di un altro ruolo, magari un difensore. Altrimenti via libera per Mandzukic. Inoltre, visto che diventerà il Ferguson della Juve, Antonio Conte avrà anche la supervisione del settore giovanile. Se non lui in prima persona un suo collaboratore. (Tuttosport.com)

Nessun commento: