mercoledì 8 gennaio 2014

Juve, test atletici per programmare la preparazione

E' stato l'allenamento più importante del mese quello appena conclusosi a Vinovo. La Juventus, ha infatti, ricominciato i lavori dopo la vittoria contro la Roma con i test fisici del centro ricerche Mapei, che affianca i preparatori bianconeri, fornendo una serie di dati fondamentali per tarare la preparazione fisica dei giocatori di Conte. Sotto la supervisione del Dottore Ermanno Rampinini si sono svolti il test Mognoni (rileva la quantità di acido lattico in sei minuti di corsa a 13,5 chilometri orari), il CMJ (una serie di salti sulla pedana piezoelettrica per valutare qualità muscolare e potenza, oltre a eventuali asimmetrie degli arti inferiori), l’HIT (dieci ripetizioni sui 25 metri andata e ritorno, submassimale, per rilevare dati sulle capacità di recupero), e i cambi di direzione. E' la terza volta, quest'anno, che vengono svolti questi controlli che aiutano anche la prevenzione degli infortuni. Nel mirino dell'allenatore c'è il Cagliari e le possibili novità dei sardi che da oggi sono senza uno dei giocatori fondamentali: Nainggolan, che sta sostenendo le visite mediche a Roma. Boom di visitatori allo Juventus Museum, nelle feste natalizie: sono stati 13mila, un migliaio in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Domenica scorsa, prima di Juventus-Roma, 2.300 persone sono state al museo, nello stesso complesso dello stadio bianconero. (Tuttosport.com)

Nessun commento: