sabato 4 gennaio 2014

Juve-Roma, la sfida va in mondovisione

Stadium tutto esaurito. Anche in tribuna stampa. Così, la sfida scudetto fra Juventus e Roma farà il giro del mondo. Eccole: dall'Algeria allo Zimbawe, tutta l'Africa e ancora Iran, Iraq, Palestina, Emirati Arabi, Yemen, Cina, Canada, Usa, Brasile, Argentina, Russia, Regno Unito, Germania, Francia, Spagna, Micronesia Australia e Antartico Francese, Thailandia, Corea, Vietnam, India, Giappone, Myanmar, Israele, Armenia, Azerbaijan, Bielorussia, Georgia, Kazakistan, Kyrgyzstan, Moldavia, Tagikistan, Turkmenistan, Uzbekistan, Ucraina... In sintesi, oltre 200 paesi per un'abbuffata globale.  Da qui a lì, da là a qua. E la Cnn ha definito Juve-Roma come “la partita di maggior interesse tra tutte quelle che si giocheranno in questi giorni nei maggiori campionati europei". Sono più di 200 anche i giornalisti accreditati, moltissimi dei quali arrivati dall'estero. E poi 300 i tecnici impiegati nella produzione della gara, che sarà trasmessa anche in 3D. Più di 50 i broadcaster che riceveranno il segnale dell'evento, trasmettendolo così in ogni continente. In Italia, ovviamente, Sky e Mediaset Premium copriranno l'evento in ogni modo. «Non sarà decisiva», dice Rudi Garcia. «Faremo parlare il campo», chiosa Antonio Conte. Ma di sicuro la madre di tutte le partite accenderà gli animi, spingerà la passione pallonara ai massimi livelli. I quarantamila dello Stadium, in effetti, saranno solo i tifosi più fortunati perché hanno avuto la pazienza di trovare i pochi biglietti, oppure sono fedelissimi abbonati. Ma è altrove che la sfida sfonderà, senza confini, senza barriere. In Indonesia, ad esempio, i due sono tra i club più amati. E gli appassionati di quel Paese sono folli per davvero: si radunano in caseggiati e palazzetti, a migliaia. Cantano gli inni in italiano, mostrano striscioni inneggianti a Pirlo o Totti, a Buffon o De Rossi, a Tevez o Strootman. Insomma, sono informatissimi.
(Tuttosport.com - Elvira Erbì)

Nessun commento: