lunedì 6 gennaio 2014

Conte: +8 sulla seconda non diventino un'illusione

Antonio Conte mantiene la calma nonostante gli otto punti di vantaggio e la netta vittoria contro la Roma. Un 3-0 che ha lanciato i bianconeri a +8 sulla seconda e che ha messo una seria ipoteca sul terzo scudetto consecutivo della squadra due volte campione d'Italia: «C'è sempre moderata soddisfazione finché non si raggiungono traguardi. Queste vittorie, seppur importanti, sono tappe che ci avvicinano all'obiettivo primario, ma non sono situazioni definitive. Non solo da parte mia, ma da parte di tutti. Manca ancora una partita, quella contro il Cagliari, per terminare il girone d'andata. Poi ci sarà ancora tutto il girone di ritorno in cui dovremo essere bravi. Manca tantissimo alla fine e questi otto punti non devono diventare un'illusione. Sono tanti, è vero, ma non devono farci calare la carica. Può capitare di tutto. Non dimentichiamoci che abbiamo preso 13 punti alla Roma, loro ne avevano vinte 10 e ora noi ne abbiamo 8 più di loro. Può succedere ancora di tutto». Fatti e non parole quelle di Conte, che però si ritaglia uno spazio per applaudire la sua squadra dopo l'ennesima prova maiuscola contro una dirette concorrente: «Mi stupisce la crescita tattica e di mentalità e noi sappiamo sempre imporci con il carattere. Nel corso di questi due anni ci siamo modificati per adeguarci ai nostri avversari che ci conoscono sempre di più e sempre meglio. Restare aggrappato alla Juve? Per me l'unica cosa che importa è parlare di calcio e non di altro. Lì sono a mio agio».

Nessun commento: