martedì 14 gennaio 2014

Buffon: Pogba incredibile, Berardi un fenomeno

Buffon a ruota libera. Parla a Tika Taka - Il calcio è il nostro gioco, trasmissione di Italia 1, e tocca tutti gli argomenti del momento. Da Seedorf prossimo allenatore del Milan («ha personalità»), a Berardi nuovo fenomeno («ha doti fuori dal comune»), dalla sua Juve capolista record al Conte da Champions («è perfetto per il progetto»), fino al Pogba fuoriclasse assoluto («fa stare a bocca aperta»). In tuffo e in uscita, puntuale e con il sorriso. «La sconfitta contro la Fiorentina è stata pesante, ma arrivavamo da 6 vittorie e 1 pareggio, quindi c’è stato un po’ di accanimento nei nostri confronti dopo il match contro i viola. Però anche io credo che sia stata la svolta: se non ci fosse stata quella partita ora non staremmo parlando delle 11 vittorie consecutive. Questa è la Juve che, assieme a quella del secondo anno di Lippi, gioca meglio a calcio. Quella di Capello era più forte nelle individualità che aveva». La Champions era quasi una certezza quando avevo 20 anni e ancora tanto tempo davanti da giocare, ora questa certezza comincia un po’ a vacillare… L’anno scorso, prima di incontrare il Bayern, ero sicuro che avremmo potuto giocarcela con tutti, invece dopo la doppia sfida con i tedeschi mi sono ricreduto: manca ancora qualcosa, ma i lavori sono in corso e i margini di miglioramento li abbiamo». «Pogba è uno di quei giocatori che ti lasciano a bocca aperta: noi compagni, già al terzo o quarto allenamento con lui, quando era ancora uno sconosciuto, ci chiedevamo se a Manchester ci vedessero bene».

Nessun commento: