lunedì 23 dicembre 2013

Marotta: tutti con Conte, Juve gruppo vincente

La Juventus serve il nono successo consecutivo, tiene a bada la Roma in vista dello scontro diretto del 5 gennaio e si gode lo strapotere in campionato, dopo il 4-1 in casa dell'Atalanta. C'è anche il silenzio stampa di Antonio Conte, attuato per essere stato tirato in ballo in scommessopoli. A fine match lo conforta l'ad Beppe Marotta: «Uno dei doveri del club è supportare la professionalità del tecnico, garantendogli serenità. Conte è amareggiato, ogni volta che si apre un filone di inchiesta il suo è un nome in prima pagina, è esposto alla gogna mediatica, pur avendo già espiato la condanna per omessa denuncia. Giusto punire colpevoli e dare trasparenza, ma Conte in questa vicenda è fuori da ogni accusa. La decisione è presa per non esporsi nuovamente a domande sull'argomento che per lui è archiviato da tempo; non ne vuole parlarne, va rispettata la sua amarezza. Conte svolge la professione di allenatore con grande amore. La stessa Juve è sfiorata da questa situazione: gli siamo tutti vicini, dal presidente ai dirigenti». Sul campionato, ancora Marotta: «Non guardiamo al vantaggio in classifica ma alla continuità di risultati. La squadra ha offerto prestazioni di livello e solidità. Il calo di tensione per l'1-1? Merito dell'Atalanta. Dispiace solo che sia stata interrotta la serie di Buffon (745’ come Marchegiani). Detto questo, siamo un gruppo coeso, con forza e determinazione: una squadra vincente, costruita in tre anni, inserendo i tasselli giusti.

Nessun commento: