mercoledì 18 dicembre 2013

Moggi condannato in appello, i legali: Ora Cassazione

La corte d'appello di Napoli ha dato ancora ragione alla Procura. Non sono servite le nuove telefonate prodotte dalla difesa di Luciano Moggi, non sono bastate neppure le assoluzioni di tutti gli arbitri nel rito abbreviato, che avevano molto indebolito la teoria dell'associazione a delinquere. Alla fine ha vinto la convinzione che esistesse una cupola che provava ad alterare il campionato 2004-05 (senza per altro riuscirci, come certifica la sentenza di primo grado). L'avvocato di Moggi, Maurilio Prioreschi, in tarda serata annuncia: «Andremo in Cassazione, questo è certo. D’altra parte questo processo doveva finire lì e finirà lì». Non si lascia andare ad analisi («Valutare un dispositivo senza avere le motivazioni non è possibile...»), ma sospira: «Certo, qui a Napoli non c’è spazio per una dialettica processuola serena e corretta. Ci sono alcune posizioni che sono una follia, se penso i dieci mesi dati a Dattilo, per esempio!» Assodato che il giudice Gentile ha creduto che Moggi fosse a capo della cupola, resta il fatto che al contrario di quanto deciso dal collega Stanziola nel rito abbreviato, ha ritenuto di condannare anche gli arbitri. Un'incongruenza che verrà valutata in Cassazione, perchè i reati contestati da una parte e dall'altra sono sostanzialmente gli stessi: «Quello che ha fatto il giudice Stanziola nel rito abbreviato, ascoltando le telefonate e convincendosi della buona fede degli arbitri non è stato fatto nel rito ordinario. A questo punto ci sono arbitri assolti da una parte e condannati dall’altra per lo stesso identico reato. Vedremo in Cassazione...». Ma non solo: la sentenza infatti assolve l'ex arbitro Rodomonti che, secondo l'accusa, avrebbe alterato il risultato di Udinese-Juventus. «Pensate che per quella partita sono stati assoliti gli assistenti, è stato assolto Rodomonti che era l’arbitro, ma resta un capo di imputazione... Chi ha alterato quella partita? Moggi, Giraudo e Bergamo. Bene, ma come hanno fatto? Chi è sceso in campo per alterare quella gara a favore dell’associazione? Babbo Natale? Anche Lotito è rimasto l’unico imputato nelle sue partite e chi le alterava?» (Tuttosport.com - Guido Vaciago)

Nessun commento: