venerdì 5 settembre 2014

Juventus Campione D'Italia 2012-2013

Il campionato di Serie A 2012-2013 è stato il centoundicesimo campionato italiano di calcio e l'ottantunesimo giocato con la formula del girone unico. Anche in questa stagione, per la ottava volta consecutiva, a parità di punteggio la graduatoria finale è determinata in base alla classifica avulsa.
È iniziato il 25 agosto 2012 con i due anticipi della prima giornata e si è concluso il 19 maggio 2013.
Come nella precedente stagione, sono stati confermati gli orari di anticipi e posticipi, con un anticipo la domenica alle 12:30 e, occasionalmente, un anticipo al venerdì o un posticipo al lunedì.
A qualificarsi per la Champions League saranno le prime tre squadre, come la stagione passata in seguito al sorpasso della Germania nel ranking UEFA: le prime due alla fase a gironi, la terza ai preliminari. La qualificazione alla Europa League sarà invece appannaggio della quarta e della quinta classificata, unitamente alla vincitrice della Coppa Italia.
Importante novità anche dal punto di vista arbitrale: sarà infatti il primo campionato di calcio italiano della storia a prevedere l'utilizzo (sin dalla prima giornata) degli arbitri di porta, a seguito dell'approvazione dell'esperimento da parte dell'IFAB nel luglio 2012. L'esordio assoluto si è già avuto nella Supercoppa italiana 2012, disputatasi l'11 agosto 2012.
Altra novità è l'allargamento della panchina, infatti dalla stagione in corso gli allenatori potranno portare 12 giocatori in panchina, anziché 7.
Nella griglia di partenza di questo campionato ci sono il Pescara (che torna in massima serie dopo 19 anni dall'ultima partecipazione), Torino e Sampdoria (quest'ultima dopo solo un anno trascorso nella serie cadetta). Inoltre in virtù degli effetti sulle sentenze di primo grado della Commissione Disciplinare FIGC sullo scandalo del calcioscommesse, sono stati commutati per questa stagione le penalizzazioni da scontare per le seguenti società: l'Atalanta ripartirà con −2 punti, la Sampdoria e il Torino cominciano da −1 mentre per il Siena avvio con 6 punti di penalità.
La Juventus campione in carica, rinforza la sua rosa comprando dall'Udinese i calciatori Isla e Asamoah e riscattando la metà del cartellino di Giovinco e Giaccherini. Arrivano anche il giovane centrocampista Pogba e il difensore ex interista Lúcio (entrambi a parametro zero) mentre all'ultimo giorno di mercato, viene acquistato dall'Arsenal Bendtner, attaccante danese. Quasi tutti i protagonisti dell'ultimo scudetto vengono confermati, ad eccezione del capitano Del Piero e dell'ex romanista Borriello. Nella sessione di riparazione invernale, i bianconeri acquistano il difensore Peluso e l'attaccante Anelka; unica cessione e quella di Lúcio.
In seguito alla squalifica di Antonio Conte e del suo vice Angelo Alessio per omessa denuncia nell'ambito del Calcioscommesse, dal 4 agosto al 7 ottobre 2012 sulla panchina della Juventus è stato seduto Massimo Carrera, quindi dal 20 ottobre, termine della propria squalifica, è subentrato Alessio fino al 1º dicembre 2012 e infine Conte prende di nuovo il timone della squadra l'8 dicembre 2012, nella gara esterna contro il Palermo.
All'inizio del campionato le squadre che lottano per la prima posizione sono la Juventus campione uscente, l'Inter, il Napoli e la Lazio. Il primo big-match si gioca il 20 ottobre a Torino, tra bianconeri e partenopei: grazie a una vittoria per 2-0, la squadra di Conte vola in testa alla classifica. Nelle domeniche successive Lazio e Napoli si staccano leggermente dalla vetta, mentre l'Inter, dopo un avvio altalenante, si rilancia; i nerazzurri ottengono sette vittorie consecutive, di cui l'ultima il 3 novembre allo Juventus Stadium per 3-1 sulla Juventus, ponendo così fine all'imbattibilità dei bianconeri che durava da 49 partite; questo successo porta la squadra di Stramaccioni a un solo punto dalla vetta. Tuttavia da questo momento l'Inter rallenta la sua marcia e la Juventus, dopo una leggera flessione, riprende a viaggiare ad alti livelli: la squadra bianconera chiude l'anno al primo posto distanziando di 8 punti la Lazio, di 9 l'Inter e 10 il Napoli; i partenopei subiscono inoltre due punti di penalizzazione (revocati qualche settimana dopo) e le squalifiche del capitano Paolo Cannavaro e di Gianluca Grava (anch'esse annullate in un secondo momento).
Nel girone di ritorno la Juventus non riesce a proseguire a punteggio pieno il suo cammino, e questo rallentamento fa sperare Napoli e Lazio. Mentre inizia a delinearsi un duello tra bianconeri e campani. Allo scontro diretto tra Juventus e Napoli del 1º marzo la squadra torinese arriva con 6 punti di vantaggio che rimangono tali, grazie al pareggio per 1-1. La settimana successiva, grazie alla vittoria della Juve contro il Catania e alla contemporanea sconfitta del Napoli contro il Chievo, i punti diventano 9. Il 30 marzo il successo della Juventus contro l'Inter conferma la concreta possibilità di un "bis scudetto". I bianconeri conquistano il titolo il 5 maggio con tre domeniche di anticipo battendo 1-0 il Palermo con un gol su rigore di Vidal. La squadra piemontese si laurea campione d'Italia per la 31° volta.
Chiude invece al secondo posto il Napoli, che ottiene la diretta qualificazione alla Champions League; sul gradino più basso del podio arriva il Milan, che corona con il terzo posto una rimonta avvenuta nella seconda parte del campionato e concretizzata solo all'ultima giornata con una vittoria a Siena nei minuti finali.
In Europa League entrano invece Fiorentina (che a lungo aveva lottato per la terza piazza), Udinese e Lazio; i biancocelesti accedono in qualità di vincitori della Coppa Italia, strappata in finale alla Roma che chiude in settima posizione.
In coda si registrano le retrocessioni del Pescara, caduto con tre giornate di anticipo dopo un girone di ritorno disastroso (appena 2 punti conquistati), del Siena (i 6 punti di penalizzazione hanno influito pesantemente sul campionato della squadra toscana), e del Palermo che fa ritorno tra i cadetti dopo nove stagioni.
Capocannoniere del campionato è l'attaccante uruguaiano del Napoli Edinson Cavani con 29 reti.

Juventus 2012-2013 - 31° scudetto
 
Allenatore: Antonio Conte
Portieri: Gianluigi Buffon (C), Marco Storari, Rubinho
Difensori: Martín Cáceres, Giorgio Chiellini, Paolo De Ceglie, Federico Peluso**, Andrea Barzagli, Leonardo Bonucci, Lúcio*,  Stephan Lichtsteiner
Centrocampisti: Claudio Marchisio, Simone Pepe, Paul Pogba, Andrea Pirlo, Arturo Vidal, Kwadwo Asamoah, Simone Padoin, Emanuele Giaccherini, Mauricio Isla, Luca Marrone
Attaccanti: Mirko Vučinić, Sebastian Giovinco, Nicklas Bendtner, Fabio Quagliarella, Alessandro Matri, Nicolas Anelka**
* Ceduto durante la sessione invernale del calciomercato
**Acquistato durante la sessione invernale del calciomercato




Risultati stagione 2012-2013
DATAPARTITARisultato
sabato 25 agosto 2012Juventus-Parma2-0
domenica 2 settembre 2012Udinese-Juventus1-4
domenica 16 settembre 2012Genoa-Juventus1-3
sabato 22 settembre 2012Juventus-Chievo2-0
martedì 25 settembre 2012Fiorentina-Juventus0-0
sabato 29 settembre 2012Juventus-Roma4-1
domenica 7 ottobre 2012Siena-Juventus1-2
sabato 20 ottobre 2012Juventus-Napoli2-0
domenica 28 ottobre 2012Catania-Juventus0-1
mercoledì 31 ottobre 2012Juventus-Bologna2-1
sabato 3 novembre 2012Juventus-Inter1-3
sabato 10 novembre 2012Pescara-Juventus1-6
sabato 17 novembre 2012Juventus-Lazio0-0
domenica 25 novembre 2012Milan-Juventus1-0
sabato 1 dicembre 2012Juventus-Torino3-0
domenica 9 dicembre 2012Palermo-Juventus0-1
domenica 16 dicembre 2012Juventus-Atalanta3-0
venerdì 21 dicembre 2012Cagliari-Juventus1-3
domenica 6 gennaio 2013Juventus-Sampdoria1-2
domenica 13 gennaio 2013Parma-Juventus1-1
sabato 19 gennaio 2013Juventus-Udinese4-0
sabato 26 gennaio 2013Juventus-Genoa1-1
domenica 3 febbraio 2013Chievo-Juventus1-2
sabato 9 febbraio 2013Juventus-Fiorentina2-0
sabato 16 febbraio 2013Roma-Juventus1-0
domenica 24 febbraio 2013Juventus-Siena3-0
venerdì 1 marzo 2013Napoli-Juventus1-1
domenica 10 marzo 2013Juventus-Catania1-0
sabato 16 marzo 2013Bologna-Juventus0-2
sabato 30 marzo 2013Inter-Juventus1-2
sabato 6 aprile 2013Juventus-Pescara2-1
lunedì 15 aprile 2013Lazio-Juventus0-2
domenica 21 aprile 2013Juventus-Milan1-0
domenica 28 aprile 2013Torino-Juventus0-2
domenica 5 maggio 2013Juventus-Palermo1-0
mercoledì 8 maggio 2013Atalanta-Juventus0-1
sabato 11 maggio 2013Juventus-Cagliari1-1
sabato 18 maggio 2013Sampdoria-Juventus3-2



Classifica del Campionato 2012-2013
SquadraGarePuntiVPSGol/FGol/S
1JUVENTUS 388727657124
2Napoli 387823967336
3Milan 387221986739
4Fiorentina 3870217107244
5Udinese 3866181285945
6Roma 3862188127156
7Lazio 3861187135142
8Catania 38561511125046
9Inter 3854166165557
10Parma 38491310154546
11Cagliari 38471211154355
12Chievo 3845129173752
13Bologna 38441111164652
14Sampdoria (-1) 38421110174351
15Atalanta (-2) 3840119183956
16Torino (-1) 3839816144655
17Genoa 3838814163852
18Palermo 3832614183454
19Siena (-6) 383099203657
20Pescara 382264282784

Nessun commento: