venerdì 5 settembre 2014

Juventus Campione D'Italia 2004-2005

Il Campionato di Serie A 2004-05 fu il centotreesimo campionato italiano di calcio ed il settantatreesimo giocato con la formula del girone unico.
La Juventus, dopo aver ingaggiato in panchina Fabio Capello, acquistò a parametro zero il difensore francese Jonathan Zebina dalla Roma e, nello stesso reparto, il capitano della nazionale Fabio Cannavaro dall'Inter, nell'ambito dell'operazione che portò il portiere uruguaiano Fabian Carini in nerazzurro. A centrocampo, sempre dalla Roma, arrivò il brasiliano Emerson e dall'Auxerre il francese Olivier Kapo, mentre tornarono Manuele Blasi e Ruben Olivera dai rispettivi prestiti al Parma e all'Atletico Madrid. In attacco venne prelevato dall'Ajax lo svedese Zlatan Ibrahimovic e tornò dal prestito al Perugia l'uruguaiano Marcelo Zalayeta; a gennaio arrivò poi dal Chelsea il rumeno Adrian Mutu, nonostante fosse ancora in periodo di squalifica, mentre tornò nel ruolo di terzo portiere il francese Landry Bonnefoi dal prestito al Messina.
Il Milan campione in carica si rafforzò in difesa con l'arrivo dell'olandese Jaap Stam dalla Lazio, e del giovane argentino Fabricio Coloccini (tornato dopo tre stagioni in prestito). Inoltre viene anche tesserato il difensore olandese Harvey Esajas, inattivo da tre anni. A centrocampo l'unico rinforzo è il francese Vikash Dhorasoo, acquistato a costo zero dall'Olympique Lione, mentre in attacco il solo innesto riguarda l'argentino Hernan Crespo, che torna in Italia in prestito dal Chelsea.
La Roma, dopo essersi affidata a Cesare Prandelli come nuovo tecnico, acquistò in difesa il francese Philippe Mexès dall'Auxerre e Matteo Ferrari dal Parma, mentre tornò alla base l'argentino Leandro Cufré dopo la buona stagione in prestito al Siena. A centrocampo venne prelevato dal Chievo Simone Perrotta e in attacco venne acquistato dall'Olimpique Marsiglia l'egiziano Mido. A causa di motivi familiari, Prandelli fu costretto a dimettersi e la Roma, a pochi giorni dall'inizio del torneo, chiamò Rudi Völler (già giocatore giallorosso).
L'Inter, dopo essersi affidata a Roberto Mancini in panchina, prelevò il portiere Carini come vice di Francesco Toldo. In difesa vennero ingaggiati l'argentino Nicolas Burdisso dal Boca Juniors, e dalla Lazio gli svincolati Giuseppe Favalli e il serbo-montenegrino Sinisa Mihajlovic, mentre dal Perugia arrivò il brasiliano Zé Maria. A centrocampo invece, vennero ingaggiati gli argentini Esteban Cambiasso e Juan Sebastian Veron, rispettivamente dal Real Madrid e in prestito dal Chelsea, nonché l'olandese Edgar Davids, svincolatosi dal Barcellona.
Il torneo partì l'11 settembre 2004 e fu il primo dal 1952 con 20 formazioni al via. Per questo motivo, furono ben 6 le squadre che salirono dalla serie B alla serie A. Si registrarono i ritorni nella massima serie, dopo diversi decenni, di Palermo, Messina e Livorno, classificatesi tutte e tre nella parte alta della classifica, oltre a quelli dell'Atalanta, del Cagliari, e della Fiorentina a due anni di distanza dalla caduta in Serie C per fallimento.
L'inizio del torneo vide per protagonista la nuova Juventus di Fabio Capello: già alla seconda giornata i bianconeri balzarono in testa, inseguiti nelle domeniche successive dal terzetto formato dal Milan campione in carica e da Lecce e Messina, con quest'ultimo capace dapprima di violare il Meazza rossonero il 22 settembre, e successivamente di giocarsi il primo posto provvisorio in classifica nello scontro diretto al Delle Alpi alla sesta giornata. Ben presto, però, i milanesi diventarono l'unica antagonista possibile della Juventus, visto anche lo stentato avvio, ricco di pareggi, 12 nelle prime 15 partite, dell'Inter di Roberto Mancini. I rossoneri si presentarono allo scontro diretto di Torino, il 18 dicembre, con quattro punti di svantaggio: i bianconeri uscirono indenni e, il 9 gennaio, poterono incamerare con una giornata d'anticipo il titolo di campione d'inverno.
All'inizio del girone di ritorno il Milan accusò un calo di rendimento, con due sconfitte contro Livorno e Bologna, consentendo alla capolista di portarsi a +8 il 30 gennaio; a partire da quel momento, però, i bianconeri dispersero rapidamente il loro vantaggio, permettendo l'aggancio dei rossoneri il 19 febbraio. Si arrivò così fino allo scontro diretto dell'8 maggio: al Meazza, in un clima simile a quello di uno spareggio, un gol di David Trezeguet su assist di Alessandro Del Piero in rovesciata premiò la Juventus che, con le distrazioni del Milan dovute agli impegni europei, si aggiudicò il tricolore con una giornata d'anticipo, il 20 maggio, senza neppure scendere in campo, visto il pareggio nell'anticipo casalingo rossonero contro il Palermo.
In questo campionato si misero in evidenza le due squadre siciliane, Palermo e Messina, che diedero vita nel finale ad una lotta per l'ultimo posto a disposizione per la partecipazione alla Coppa UEFA, conclusasi con il successo rosanero. Notevole fu anche il cammino dell'Udinese di Luciano Spalletti che, staccando di stretta misura la Sampdoria di Walter Novellino, tagliò il traguardo della qualificazione alla Champions League. Particolare fu anche il campionato del Lecce di Zeman: i salentini chiusero all'undicesimo posto con il secondo miglior attacco del campionato (66 gol fatti, solo uno in meno rispetto alla Juventus vincitrice del torneo) e la peggior difesa (73 reti subite). Si tratta di un record, dato che per la prima volta la squadra con la peggior difesa della Serie A non retrocesse.
In coda si registrò un'accesa lotta per la salvezza che coinvolse ben tredici squadre, tra cui Roma, Lazio e Parma. In Serie B scesero l'Atalanta, il Brescia ed il Bologna che, per un negativo finale di campionato, perse infine lo spareggio salvezza contro il Parma e lasciò la Serie A dopo nove stagioni consecutive.
A seguito dello scandalo Calciopoli del 2006 e delle relative sentenze, lo scudetto 2004-2005 venne revocato alla Juventus ma non venne assegnato alla seconda classificata, cioè il Milan, perché anche la squadra rossonera era uscita colpevole dall'inchiesta: per cui questo campionato fece la stessa fine di quello del 1926-1927, ossia rimane non assegnato.


Juventus 2004-2005 - 28° scudetto

Allenatore: Fabio Capello
Portieri: Gianluigi Buffon, Antonio Chimenti, Landry Bonnefoi
Difensori: Paolo Montero, Ciro Ferrara, Jonathan Zebina, Fabio Cannavaro, Gianluca Pessotto, Alessandro Birindelli, Mark Iuliano**, Gianluca Zambrotta, Lilian Thuram, Igor Tudor**, Nicola Legrottaglie**
Centrocampisti: Alessio Tacchinardi, Pavel Nedvěd, Mauro Germán Camoranesi, Emerson, Stephen Appiah, Manuele Blasi, Olivier Kapo
Attaccanti: Marcelo Zalayeta, David Trezeguet, Alessandro Del Piero (C), Zlatan Ibrahimović, Rubén Olivera, Adrian Mutu*
* Acquistato durante la sessione invernale di calciomercato
**Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato



Risultati stagione 2004-2005
DATAPARTITARisultato
domenica 12 settembre 2004Brescia-Juventus0-3
domenica 19 settembre 2004Juventus-Atalanta2-0
mercoledì 22 settembre 2004Sampdoria-Juventus0-3
sabato 25 settembre 2004Juventus-Palermo1-1
domenica 3 ottobre 2004Udinese-Juventus0-1
sabato 16 ottobre 2004Juventus-Messina2-1
sabato 23 ottobre 2004Siena-Juventus0-3
giovedì 28 ottobre 2004Juventus-Roma2-0
domenica 31 ottobre 2004Juventus-Chievo3-0
sabato 6 novembre 2004Reggina-Juventus2-1
mercoledì 10 novembre 2004Juventus-Fiorentina1-0
domenica 14 novembre 2004Lecce-Juventus0-1
domenica 28 novembre 2004Inter-Juventus2-2
domenica 5 dicembre 2004Juventus-Lazio2-1
domenica 12 dicembre 2004Bologna-Juventus0-1
sabato 18 dicembre 2004Juventus-Milan0-0
giovedì 6 gennaio 2005Parma-Juventus1-1
domenica 9 gennaio 2005Juventus-Livorno4-2
domenica 16 gennaio 2005Cagliari-Juventus1-1
domenica 23 gennaio 2005Juventus-Brescia2-0
domenica 30 gennaio 2005Atalanta-Juventus1-2
mercoledì 2 febbraio 2005Juventus-Sampdoria0-1
sabato 5 febbraio 2005Palermo-Juventus1-0
domenica 13 febbraio 2005Juventus-Udinese2-1
sabato 19 febbraio 2005Messina-Juventus0-0
domenica 27 febbraio 2005Juventus-Siena3-0
sabato 5 marzo 2005Roma-Juventus1-2
domenica 13 marzo 2005Chievo-Juventus0-1
sabato 19 marzo 2005Juventus-Reggina1-0
sabato 9 aprile 2005Fiorentina-Juventus3-3
domenica 17 aprile 2005Juventus-Lecce5-2
mercoledì 20 aprile 2005Juventus-Inter0-1
domenica 24 aprile 2005Lazio-Juventus0-1
domenica 1 maggio 2005Juventus-Bologna2-1
domenica 8 maggio 2005Milan-Juventus0-1
domenica 15 maggio 2005Juventus-Parma2-0
domenica 22 maggio 2005Livorno-Juventus2-2
domenica 29 maggio 2005Juventus-Cagliari4-2



Classifica del Campionato 2004-2005
SquadraGarePuntiVPSGol/FGol/S
1JUVENTUS 388626846727
2Milan 3879231056328
3Inter 3872181826537
4Udinese 38621711105640
5Sampdoria 38611710114229
6Palermo 3853121794844
7Messina 38481212144452
8Roma 38451112155558
9Livorno 38451112154960
10Lazio 38441111164853
11Reggina 38441014143645
12Lecce 38441014146673
13Cagliari 38441014145160
14Siena 3843916134455
15Chievo 38431110173249
16Fiorentina 3842915144250
17Parma 38421012164865
18Bologna 3842915143336
19Brescia 3841118193754
20Atalanta 3835811193445

Nessun commento: