venerdì 5 settembre 2014

Juventus Campione D'Italia 1983-1984

Il Campionato di Serie A 1983-84 fu l'ottantaduesimo campionato di calcio italiano, il cinquantaduesimo giocato con la formula del girone unico.
Il campionato venne vinto dalla Juventus, che in estate aveva perso due colonne come Zoff e Bettega, ma che nel corso del torneo poté sfruttare i Campioni del Mondo del 1982 e un attacco formato da Boniek e da Platini; per il ruolo di portiere fu scelto l'ex-numero uno dell'Avellino Stefano Tacconi. Intanto il Verona, dopo il quarto posto della stagione precedente, puntò sul giovane juventino Galderisi mentre l'ambiziosa Udinese ingaggiò l'asso brasiliano Zico.
I gol, rispetto alle stagioni precedenti, aumentarono notevolmente (nel giro di due anni i gol complessivi passarono dai 474 del campionato 1981-82 ai 573 di questo torneo), e lo si notò subito, l'11 settembre, con 33 gol nelle prime 8 partite.
L'inizio fu convulso, la Juventus iniziò molto bene, battendo per 7-0 l'Ascoli, ma cominciò bene anche l'Udinese, che vinse a Genova e una settimana dopo si ritrovò in testa, mentre partirono con il piede sbagliato il neopromosso Milan e l'Inter, ultima con un solo punto dopo le prime quattro giornate. Dopo un tentativo di fuga della Juventus, andò in testa la Roma campione uscente, mentre si accalcavano le inseguitrici. A fine novembre guidavano la classifica Juventus e Verona, la settimana dopo i bianconeri pareggiarono contro la Roma e si ritrovarono in testa a +1 davanti ad un nutrito gruppo formato da Roma, Verona, Torino, Fiorentina e Sampdoria. Fu in questo frangente che la Signora diede il via alla fuga, vincendo il titolo di campione d'inverno l'8 gennaio, con due punti di vantaggio sul Torino.
Al non irresistibile inizio del girone di ritorno del Torino, la Juventus rispose allungando il passo. La Fiorentina tentò un inseguimento, ma, causa l'infortunio in febbraio (frattura di tibia e perone in uno scontro con il difensore della Sampdoria, Luca Pellegrini) del suo capitano Giancarlo Antognoni non fu più in grado di esprimere gli stessi livelli di gioco fino allora dimostrati. L'attenzione si focalizzò quindi sulla Roma, che il 18 marzo approfittò dello stop della capolista a Verona per portarsi a due punti di distacco (la settimana dopo diventarono tre). Il 15 aprile, lo scontro diretto dell'Olimpico terminò però con uno 0-0 che trasformò le ultime quattro partite in incontri agevoli per la Juventus: il 6 maggio, pareggiando 1-1 contro l'Avellino, i bianconeri si laurearono Campioni d'Italia per la ventunesima volta, con un turno d'anticipo, con quattro lunghezze di vantaggio sui romani. Platini, segnando 20 reti, si laureò capocannoniere per il secondo anno consecutivo, seguito da Zico con 19 gol.
L'ultima giornata si rivelò decisiva per stabilire l'ultimo posto in chiave retrocessione: pareggiando con il Pisa già retrocesso la settimana precedente, la Lazio condannò alla B il Genoa. Rimase ultimo il Catania, che aveva vinto una sola gara nel corso delle 30 giornate e fece ritorno tra i cadetti dopo appena un anno. Fu poco vivace invece la lotta per l'Europa: da diverse stagioni infatti le scarse prestazioni internazionali dei club italiani avevano ridotto a soli due posti il lotto delle rappresentanti dello stivale in Coppa UEFA. Qualificatasi la Fiorentina, fu solo il successo della Roma in Coppa Italia a sancire il ripescaggio in zona UEFA dell'Inter.

Juventus 1983-1984 - 21° scudetto

Allenatore: Giovanni Trapattoni
Portieri: Stefano Tacconi, Luciano Bodini
Difensori: Sergio Brio, Antonio Cabrini, Gaetano Scirea, Nicola Caricola (II), Claudio Gentile
Centrocampisti: Massimo Bonini, Giuseppe Furino (C), Giovanni Koetting, Cesare Prandelli, Marco Tardelli, Roberto Tavola, Beniamino Vignola
Attaccanti: Paolo Rossi, Michel Platini, Zbigniew Boniek, Domenico Penzo



Risultati stagione 1983-1984
DATAPARTITARisultato
domenica 11 settembre 1983Juventus-Ascoli7-0
domenica 18 settembre 1983Pisa-Juventus0-0
domenica 25 settembre 1983Juventus-Napoli2-0
domenica 2 ottobre 1983Lazio-Juventus0-1
domenica 9 ottobre 1983Juventus-Milan2-1
domenica 23 ottobre 1983Torino-Juventus2-1
domenica 30 ottobre 1983Juventus-Sampdoria1-2
domenica 6 novembre 1983Juventus-Verona3-1
domenica 20 novembre 1983Catania-Juventus0-2
domenica 27 novembre 1983Fiorentina-Juventus3-3
domenica 4 dicembre 1983Juventus-Roma2-2
domenica 11 dicembre 1983Udinese-Juventus2-2
domenica 18 dicembre 1983Juventus-Inter2-0
sabato 31 dicembre 1983Avellino-Juventus1-2
domenica 8 gennaio 1984Juventus-Genoa4-2
domenica 15 gennaio 1984Ascoli-Juventus0-0
domenica 22 gennaio 1984Juventus-Pisa3-1
domenica 29 gennaio 1984Napoli-Juventus1-1
domenica 12 febbraio 1984Juventus-Lazio2-1
domenica 19 febbraio 1984Milan-Juventus0-3
domenica 26 febbraio 1984Juventus-Torino2-1
domenica 11 marzo 1984Sampdoria-Juventus1-1
domenica 18 marzo 1984Verona-Juventus2-1
domenica 25 marzo 1984Juventus-Catania2-0
domenica 1 aprile 1984Juventus-Fiorentina1-0
domenica 15 aprile 1984Roma-Juventus0-0
sabato 21 aprile 1984Juventus-Udinese3-2
domenica 29 aprile 1984Inter-Juventus1-2
domenica 6 maggio 1984Juventus-Avellino1-1
domenica 13 maggio 1984Genoa-Juventus2-1




Classifica del Campionato 1983-1984
SquadraGarePuntiVPSGol/FGol/S
1JUVENTUS 304317945729
2Roma 3041151144828
3Fiorentina 3036121264831
4Inter 3035121173723
5Torino 3033111183730
6Milan 3032101283740
7Sampdoria 3032128103630
8Verona 3032128104335
9Udinese 3031119104740
10Ascoli 3029911102935
11Napoli 3026712112838
12Avellino 302698133339
13Lazio 302589133549
14Genoa 3025613112436
15Pisa 3022316112035
16Catania 3012110191455

Nessun commento: